Need help?

800-5315-2751 Hours: 8am-5pm PST M-Th;  8am-4pm PST Fri
Medicine Lakex
medicinelakex1.com
/m/maestrilavoro.it1.html

Maestrilavoro.it


Comunicati
Care Maestre, cari Maestri, cari Consoli Regionali e Provinciali mi appello al vostro radicato spirito associativo, alla vostra sensibilità Appello alle lettrici e ai lettori per richiamare l'attenzione di tutti sul XXXIV Convegno Nazio- di Silvio Manfredi nale di Ascoli Piceno che si terrà nei giorni 9 e 10 maggio p.v.
Dobbiamo essere numerosi e coesi, dobbiamo dare prova che an- diAmilcare Brugni che in questo difficilissimo momento economico e politico abbia- mo il coraggio di osare e di agire. Vi aspettiamo in tanti.
Editoriale
di Amilcare Brugni 4
APPELLO ALLE LETTRICI E AI LETTORI
In presidenza abbiamo fatto mille analisi sulla gestione finanziaria della Federazione, sui suoi punti di forza (i contributi associativi, Corruzione e illegalità finanziaria 6 le sponsorizzazioni, ecc,) e sulle sue debolezze (i costi fissi, allo di Giacomo Muoio stato non modificabili, la difficoltà di ripristinare i contributi dello Stato). Ovviamente è stata adottata la politica di una rigida "spen- ding review". I risultati, con estrema franchezza, debbo dire sono Anniversari
C'è una possibilità, una via semplicissima per modificare siffatta Papa Francesco super star realtà economica: IL 5 PER MILLE.
di Vittorio Sabia "5 PER MILLE – Non ti costa nulla: è un atto di appartenenza
verso la tua Federazione, è sufficiente la tua firma nell'apposito
riquadro della dichiarazione dei redditi con l'apposizione del
Cerimonia di consegna Premi di studio relativo codice fiscale 80044130583 per permetterci di dare
Alberto Ottolenghi - 23 novembre 2013 continuità alle numerose iniziative intraprese ed a sostegno
delle strutture che la compongono".
Per il momento un grazie per la vostra attenzione e partecipa-
Curiosità dal mondo 11 zione alle difficoltà associative.
Lo sapevate che
Il segretario generale - Silvio Manfredi La donna che italiana lavora di più 12 XXXIV Convegno Nazionale
Carissimo Solinas, il comune amico Elio ci ha segnalato la vicenda che l'ha vista recentemente protagonista unitamente a sua moglie. E' impensabile che un gruppo di ragazzini siano stati capaci di una Parliamo di.
tale ferocia che ha causato danni fisici e soprattutto, a mio avviso, Come è concepibile che la famiglia, la scuola e la società siano or- Dai Consolati
mai assenti nell'educazione dei nostri ragazzi. Che dire? Che fare? Non è facile individuare una risposta, attualmente dobbiamo solo Argomenti
augurarci che la politica si desti dai suoi arrovellamenti ed operi in Merlettaia al tombolo 32 tutti i campi sociali ed economici.
di Anna di Nardo Ruffo Unitamente al segretario generale Silvio Manfredi le inviamo i no- Un maestro pensionato fotografo superdilettante 34 stri più fervidi auguri per una pronta ripresa.
sostiene che.
Certo che Elio saprà esserti vicino con affetto ed amicizia di Luigi Amici Cordialità Amilcare Brugni Periodico ufficiale della Federazione Maestri del Lavoro d'Italia Registrato presso il Tribunale di Roma con n. 272 del 27 settembre 1983 Anno 30mo - n. 1 - mArzo 2014
Presidente della Federazione L. Amici, A. Brugni, G. Formagnana, S. Manfredi, Francesco Traina - Nord G. Muoio, A. di Nardo Ruffo, S. Porta Rolando Ceccotti - Centro V. Sabia e i collaboratori Vincenzo Esposito - Sud e Isole dei Consolati regionali e provinciali d'Italia.
Grafica e Stampa
cell. 338.1797694 Gstaff srl - Roma - www.gstaff.it Via B. Marcello, 7 - 31044 Montebelluna (TV) Per la pubblicità: Gstaff srl - Via C.P. Biroli, 2 Roma Tel. 06.33251247 - info@gstaff.it Gli articoli firmati esprimono esclusivamente le
Via Barberini, 36 - 00187 Roma Augusto Passacantilli opinioni degli estensori e non indicano in alcuna
forma la linea socio-politica del Periodico
tel. 06.5926341 - fax 06.5924527 Segretario del Consiglio
Chiuso in tipografia 31 Marzo 2014 Periodico a diffusione interna







Cav. Lav. Dott. Arch. Pietro Santarelli Da oltre cinquanta anni Pietro Santarelli, marchigiano di Ascoli Piceno, guida la costante espansione della Santarelli Costruzioni che dai comuni delle Marche raggiunge l'intero territorio nazionale.
La Santarelli Costruzioni S.p.A. è la principale di un gruppo di società che opera su tutto il territorio nazionale e prevalentemente nella città di Roma. Svolge, in conto proprio, attività di general contractor, progettazione, costruzione, acquisizione, vendita e gestione di immobili ad uso residenziale, direzionale, commerciale e turistico-alberghiero.
Un inarrestabile sviluppo che si è diversificato inoltre, nell'editoria, nella produzione cinematografica, nel settore del benessere e, attraverso la Inergia S.p.a., in quello energetico per la produzione e la fornitura di servizi.


Convegno Nazionale:
Mancano poche settimane alla data fissata per lo svolgimento del XXXIV Convegno Nazionale in Ascoli nel Piceno, storica città sita al sud delle Marche, baricentro della nostra penisola.
Del Convegno ormai dovreste sapere tutto; il programma è stato ampiamente pro-posto sia nella nostra rivista, sia nel sito web, sia tramite i Consolati Provinciali per il coordinamento e la promozione.
Sarà l'occasione per incontrarci, ritrovarci, scambiarci idee, illustrare problematiche e proporre soluzioni.
In questi ultimi tempi ci siamo occupati soprattutto della vita interna e dei problemi della Federazione, nonché del nostro futuro che appare alquanto periglioso. Pensare al domani non contrasta con l'esigenza di affrontare la realtà di oggi, trovare una coerenza tra obiettivi da raggiungere e modalità operative. Raggiun-gere il consenso degli associati e riportare gli stessi – con le loro aspettative, critiche, disponibilità – ad essere al centro delle nostre attenzioni, coinvolgendoli ad una più intensa vita Federativa.
Dobbiamo constatare che le condizioni complessive del Paese (economiche, sociali e culturali) non sono favorevoli per avviare programmi di cambiamento significativi.
Quest'anno il Convegno coincide con il 60° anniversario della costituzione della nostra Federazione. E'un'oc-casione per ricordare ed esaltare la nostra storia, e dobbiamo approfittare di questo genetliaco per riflettere sui motivi della nostra appartenenza all'Associazione e per fare alcune considerazioni. - Siamo presenti nella Federmaestri perché è un Ente Morale indipendente, senza fini di lucro che svolge degnamente la sua funzione sociale e di ciò ne siamo fieri;- siamo una comunità che, quando realizza l'attività di volontariato, lo fa convinta di svolgere un ruolo di servizio civile nei confronti della società e delle Istituzioni;- non c'è niente di più significativo della dedizione di un volontario, specie quando è finalizzato alla forma-zione culturale dei giovani, funzione questa collante della società.
Dobbiamo quindi essere orgogliosi della Federazione che aggrega valori morali di uomini e di donne che nella vita lavorativa hanno meritato la "Stella" che in un 1° maggio il Capo di Stato ci ha appuntato sul petto.
Tornando all'incontro del 9/10 maggio, è indubbio che la tematica, in linea con quanto sopra esposto, è di alto valore sociale e ci permetterà di confrontarci con le Istituzioni.
Ma anche qui dobbiamo subire la contropartita della instabilità politica che ha ingarbugliato il nostro Paese. Avevamo la quasi certezza di presenze illustri come il Ministro del Lavoro e forse anche quello del MIUR, ma abbiamo dovuto riformulare i nuovi contatti (a così breve scadenza la cosa è alquanto problematica).
Il Consolato Piceno unitamente al console regionale MdL Mazzucchelli, al MdL Spegni si è attivato ap-prezzabilmente affinché l'incontro sia costruttivo e indimenticabile, tenendo anche presente la splendida scenografia che la città offre. C'è da sperare che la partecipazione ripaghi l'impegno profuso, confidando nello spirito partecipativo di tutte le Maestre e di tutti i Maestri e nello sprint finale dei Consoli Provinciali e Regionali.
A presto.
MdL Amilcare Brugni IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
I MAESTRI DEL LAVORO
Un'iniziativa editoriale esclusiva, destinata a quanti hanno meritato il riconosci-mento della Nazione per aver contribuito alla crescita morale ed economica del nostro Paese. Le storie di dedizione, di tenacia e di successo diventano oggi una prestigiosa raccolta biografica che esalta il Magistero del Lavoro e la sua funzio-ne di testimonianza etica e di riferimento civile.
Dietro la Stella smaltata c'è una grande Italia da raccontare.
dizioni del Crescente si appre-sta a pubblicare l'Annuario il- E lustrato dei Maestri del Lavoro d'Italia che conterrà, per la prima volta, i volti e i profili degli insigniti della pre-stigiosa Stella al Merito, il simbolo più nobile di un lungo e operoso cammino.
Lasciare una concreta testimonianza di sé e del proprio impegno significa consegnare alla cerchia degli affetti e delle relazioni un dono prezioso e originale, che si rinnova ad ogni lettura.
In calce troverà le condizioni generali di adesione al volume, l'ultimo della grande collana «Le donne e gli uomini della Repubblica» dedicata all'eccellenza del nostro Paese. Per ogni dettaglio e per prenotare la sua pagina biografica si rivolga all'Editore, ai recapiti sotto Lut Catursus, ne publi patam Palestrarit it pri Lut Catursus, ne publi patam Palestrarit it pri supio convehem forunti squos, quonsup iocchu- supio convehem forunti squos, quonsup iocchu- sum virmiss imilicu pioraes tatuuspierum mod sum virmiss imilicu pioraes tatuuspierum mod me acerfesilis des sces huit in den dem sat, me acerfesilis des sces huit in den dem sat, Catrem opublicon Etrum es? Opio et verniribus.
Catrem opublicon Etrum es? Opio et verniribus.
Am nonosti comnius res o vatastum, quam. Am nonosti comnius res o vatastum, quam. Gulicaedo, Patrevissi prae quamdiendeme Gulicaedo, Patrevissi prae quamdiendeme conem, se auderem. Iquam Patrart illaremo conem, se auderem. Iquam Patrart illaremo essente coerit, omnihilis; num quontea tistrox essente coerit, omnihilis; num quontea tistrox silia consulina, simus? Dis. Vivirmissil consimo silia consulina, simus? Dis. Vivirmissil consimo Formato: 215 x 305 mm vid ponsum turorte, nos ex men tum duciaectam vid ponsum turorte, nos ex men tum duciaectam Patiae, obse adhui inceperferei fecriora eo cret Patiae, obse adhui inceperferei fecriora eo cret L. Etrendam efacerf ecrem, notaste rfirmanu L. Etrendam efacerf ecrem, notaste rfirmanu mantere ficat, quod im uro, dea pracitero in nosul mantere ficat, quod im uro, dea pracitero in nosul Lut Catursus, ne publi patam Palestrarit it pri Lut Catursus, ne publi patam Palestrarit it pri supio convehem forunti squos, quonsup iocchu- supio convehem forunti squos, quonsup iocchu- sum virmiss imilicu pioraes tatuuspierum mod sum virmiss imilicu pioraes tatuuspierum mod me acerfesilis des sces huit in den dem sat, me acerfesilis des sces huit in den dem sat, Catrem opublicon Etrum es? Opio et verniribus.
Catrem opublicon Etrum es? Opio et verniribus.
Am nonosti comnius res o vatastum, quam. Am nonosti comnius res o vatastum, quam. Gulicaedo, Patrevissi prae quamdiendeme Gulicaedo, Patrevissi prae quamdiendeme conem, se auderem. Iquam Patrart illaremo conem, se auderem. Iquam Patrart illaremo essente coerit, omnihilis; num quontea tistrox essente coerit, omnihilis; num quontea tistrox silia consulina, simus? Dis. Vivirmissil consimo silia consulina, simus? Dis. Vivirmissil consimo vid ponsum turorte, nos ex men tum duciaectam vid ponsum turorte, nos ex men tum duciaectam Patiae, obse adhui inceperferei fecriora eo cret Patiae, obse adhui inceperferei fecriora eo cret L. Etrendam efacerf ecrem, notaste rfirmanu L. Etrendam efacerf ecrem, notaste rfirmanu mantere ficat, quod im uro, dea pracitero in nosul mantere ficat, quod im uro, dea pracitero in nosul Lut Catursus, ne publi patam Palestrarit it pri Lut Catursus, ne publi patam Palestrarit it pri supio convehem forunti squos, quonsup iocchu- supio convehem forunti squos, quonsup iocchu- sum virmiss imilicu pioraes tatuuspierum mod sum virmiss imilicu pioraes tatuuspierum mod me acerfesilis des sces huit in den dem sat, me acerfesilis des sces huit in den dem sat, Catrem opublicon Etrum es? Opio et verniribus.
Catrem opublicon Etrum es? Opio et verniribus.
Am nonosti comnius res o vatastum, quam. Am nonosti comnius res o vatastum, quam. Gulicaedo, Patrevissi prae quamdiendeme Gulicaedo, Patrevissi prae quamdiendeme conem, se auderem. Iquam Patrart illaremo conem, se auderem. Iquam Patrart illaremo essente coerit, omnihilis; num quontea tistrox essente coerit, omnihilis; num quontea tistrox silia consulina, simus? Dis. Vivirmissil consimo silia consulina, simus? Dis. Vivirmissil consimo Stampa su carta di pregio Rilegatura con dorso rigido Condizioni di adesione:1 colonna biografica € 145,00 + IVA 1 pagina biografica € 250,00 + IVA 2 pagine biografiche € 350,00 + IVA costo del volume In relazione al numero delle adesioni, gli annuari saranno articolati su base provinciale, interprovinciale, regionale o interregionale. ITALGRAF s.r.l. - Via Palmiro Togliatti, 5 - 42048 Rubiera (RE)Direzione Generale: Via Palmiro Togliatti, 5 - 42048 Rubiera (RE) - Tel. 0522 627649 - Fax 0522 628665 mdl@edizionidelcrescente.it - www.edizionidelcrescente.it IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Gennaio 2014
Corruzione e illegalità finanziaria
La corruzione sembra essere un problema cronico della società italiana
La corruzione sembra essere un problema cronico della società altissimi, il prezzo che ne deriva alla collettività è enorme. "Unge-italiana. Già conosciuta e oggetto di pubblico dibattito presso re le ruote", come si suol dire, diventa la prassi abituale: nelle i Romani, la corruzione non ha mai smesso di scandire il susse- scuole, negli uffici e negli ospedali, nelle università e nella vita guirsi delle vicende storiche del nostro Paese. Ricordo la vendita economica di un Paese corrotto, vinceranno i mediocri, mentre delle indulgenze all'epoca di Papa Leone X°, per passare poi, in verranno esclusi i migliori.
anni più recenti, allo scandalo della Banca Romana che travol- In fatto di corruzione "tutta l'Europa è paese" come spesso se Giolitti nel 1892/93, per arrivare, negli anni Novanta, allo si ripete. Il primo report dell'Unione europea su questo tema, scandalo delle tangenti, indicato con il nome di "mani pulite" che tra l'altro è un chiaro atto d'accusa contro l'Italia dove la o "tangentopoli". Uno scandalo, quest'ultimo, che ha coinvolto corruzione toccherebbe il 50 per cento di tutta quella registrata imprenditori e uomini politici e che ha decimato la classe diri- nella stessa Unione, rivela che nessuno dei 28 Stati membri è gente della cosiddetta "Prima Repubblica". E da ultimo, fino ai indenne da questa piaga, che costerebbe all'economia europea giorni nostri, gli scandali che hanno coinvolto pesantemente gli la bellezza di 120 miliardi di euro all'anno. Quanto al nostro uomini politici, scandali legati anche al finanziamento pubblico Paese, maglia nera in materia di corruzione, il cui costo tocche-ai partiti politici, contrassegnati da numerosi casi di corruzione rebbe i 60 miliardi all'anno secondo le stime dell'Unione, cifra e appropriazione indebita del pubblico denaro. La percezione di però confutata da molti esperti del settore in quanto ritenuta tanti cittadini è che la corruzione in Italia sia molto diffusa, sia eccessiva, la percezione del malaffare è alta e, sempre secondo il nel pubblico che nel privato. Perché, allora, nonostante le con- report della Comunità europea, per il 97 per cento degli italiani danne severe nel periodo di "tangentopoli", seguite da diversi casi la corruzione è un fenomeno nazionale dilagante. Il 92 per cento di suicidio, la corruzione continua a prosperare nel nostro Pae- delle imprese italiane che hanno partecipato al sondaggio sulla se? Gli studiosi, i sociologi, magistrati ed economisti, ne hanno corruzione, ritiene che favoritismi e corruzione impediscono la delineato, in questi anni, i motivi. Molti hanno convenuto che concorrenza commerciale specialmente nei settori dello sviluppo il nostro Paese non sia ancora una democrazia forte e compiuta, urbano, dell'edilizia e della sanità. Un capitolo speciale meritano con un mercato concorrenziale ben funzionante, colpa delle pro- gli appalti pubblici, settore strategico per l'economia dell'Unione cedure farraginose della pubblica amministrazione, dell'eccessiva europea, che assorbe un quinto del prodotto interno lordo del-burocrazia (quella malata) che ostacola le innovazioni, per cui si la stessa Unione. La recente legge anticorruzione, pur definita lavora ancora sui formalismi e non sui risultati. un importante passo avanti, ha lasciato insoluti molti problemi, Le interpretazioni di norme, leggi e regolamenti intricatissimi, come il falso in bilancio, l'autoriciclaggio, concussione, voto di lasciano ampia discrezionalità al singolo funzionario e creano le scambio e tanti altri ancora. premesse per l'infiltrazione della corruzione. Ma ci sono anche Secondo un recente lavoro a cura del "Center for the study of motivi culturali: lo Stato è spesso percepito in molte aree del Democraty", il caso italiano è esemplare per capire quanto siano paese come qualcosa di estraneo, di antagonista. L'arricchimento stretti i legami tra criminalità organizzata e corruzione. E' la cor-viene considerato dagli italiani come il principale segno di distin- ruzione diffusa nella sfera sociale, economica e politica ad attrarre zione e di superiorità sociale. L'aristocrazia del denaro è l'unica i gruppi criminali organizzati e non già la criminalità organizzata gerarchia riconosciuta: il potere lo si acquisisce con il denaro, a causare la corruzione. Altrettanto chiaro, si legge nel rappor-più che con la competenza; i soldi facili sono una tentazione a to, è lo scarso livello di integrità dei titolari di cariche elettive cui molti non riescono a sottrarsi. Valori di civismo molto diffusi e di governo. Da noi, i legami tra politici, criminalità organiz-in democrazie molto più mature della nostra, trovano da noi zata e imprese sono oggi tra gli aspetti più preoccupanti, come un'adesione di facciata, soltanto formale. Lo dico perché ne sono testimonia l'elevato numero di indagini per casi di corruzione, pienamente convinto: la vita politica italiana scorre da sempre tanto a livello nazionale che regionale. E il caso italiano è tra i nel doppio binario dei vizi privati e delle pubbliche virtù, del più esemplari per capire quanto stretti siano i legami tra crimina-predicare bene e del razzolare male. La corruzione non soltanto lità organizzata e corruzione. Una debole legislazione e una lenta crea ingiustizia, ma danneggia pesantemente anche la vita econo- azione di contrasto hanno ridotto fortemente le sanzioni a carico mica del Paese; quando i giochi sono truccati, a vincere non sono di chi si rende protagonista di un atto di corruzione. Depenaliz-i più bravi, ma i più furbi. Se un'azienda che vince un appalto zazione del falso in bilancio, riduzione dei tempi di prescrizione, pubblico costruisce, per esempio, opere malfatte e inutili, a costi assenza di una fattispecie di auto riciclaggio rendono inefficienti IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
le armi della magistratura e deboli le aspettative di sanzioni per attribuite alla Banca Centrale, nell'ambito delle quali si inserisce i corrotti. Ogni tangente pagata richiede una provvista in nero l'azione di prevenzione e contrasto dell'illegalità, sono molteplici: per generare le somme da versare, e quindi una contabilità infe- la stabilità complessiva e l'efficienza del sistema finanziario; la tra- dele. E ogni tangente raccolta viene poi reinvestita dal corrotto. sparenza e la correttezza nei rapporti tra intermediari e clienti; il Se il falso in bilancio non blocca il primo passaggio e il reato di regolare funzionamento e l'affidabilità dei sistemi di pagamento; auto riciclaggio non sanziona il secondo, il meccanismo corrut- il contrasto al riciclaggio. L'illegalità nelle sue diverse forme, dal- tivo risulta bene oleato. La recente riforma Severino, pur aven- la corruzione nell'esercizio dei pubblici servizi alle violenze della do introdotto alcune importanti innovazioni, non ha intaccato criminalità organizzata, condiziona particolarmente la crescita questi fattori, richiedendo quindi ulteriori e più incisive riforme. economica, impedisce la corretta allocazione dei fondi pubblici Non è il caso di sottacere che il finanziamento pubblico ai partiti, destinati allo sviluppo, si ripercuote -a volte- sulla stessa possi-pratica scandalosa che ha sottratto alle casse statali ingenti mezzi bilità operativa delle imprese. Essa crea distorsioni nel mercato, finanziari versati dai cittadini contribuenti, ha alimentato la cor- degrado nella società civile e nei suoi principi etici, distrugge for- ruzione e la politica del malaffare che ci ha mostrato i numerosi za lavoro. casi di appropriazione indebita anche nell'ambito della maggior In merito alle intese tra Banche e Pubblica Amministrazione parte dei Consigli regionali. E' il caso di dire che la politica, contro le infiltrazioni criminali nelle grandi opere, l'obietti-attraverso la disinvolta gestione delle pratiche amministrative, vo del progetto "Monitoraggio finanziario" messo a punto dal sguazza pesantemente nell'illegalità: la politica diviene così una Consorzio "CBI" per il "Dipartimento per la programmazione professione che garantisce entrate cospicue per i più disinvolti e e il coordinamento della politica economica –DIPE", è quello disponibili alle pratiche corruttive, in grado di raccogliere risorse di prevenire e contrastare l'infiltrazione di capitali di origine ille-e appoggi, e di finanziare una carriera politica di successo. Una cita all'interno delle procedure di affidamento e realizzazione di contaminazione che non può che allargarsi al ceto della buro- grandi opere di interesse nazionale, per dare un contributo signi- crazia amministrativa, senza la quale il politico corrotto avrebbe ficativo alla lotta alla criminalità. Il progetto –nato nel 2009 per difficoltà a prosperare.
consentire un più efficace controllo degli appalti su lavori, servizi Altro fattore che distingue il nostro Paese dagli altri partners e forniture attraverso la tracciabilità di tutti i flussi finanziari con-europei, e che spiega come mai il fenomeno, certamente non nessi alla realizzazione di rilevanti interventi pubblici- oggi moni-estraneo a Germania, Francia e Inghilterra, assuma tuttavia da tora i conti correnti di 138 aziende coinvolte nella fase di spe-noi una dimensione ben più ampia e sistemica, risiede nella pre- rimentazione. Complessivamente, dall'avvio del progetto, sono senza massiccia delle organizzazioni criminali in grado di sfrut- oltre 6mila i flussi di informazioni trasferiti al "DIPE" e circa 30 tare al meglio il controllo del territorio e dei voti manipolando i gli istituti finanziari coinvolti. Già nella fase di sperimentazione, meccanismi di decisione pubblica e della concorrenza. Molti dei il monitoraggio riguarda i conti correnti di imprese appaltatrici settori dove il reinvestimento avviene, dall'edilizia alle forniture e subappaltatrici impegnate nella realizzazione di opere pubbli-sanitarie, dalla gestione dei rifiuti alle attività commerciali, dal- che di grande rilievo, come la linea "C" della metropolitana di le attività di ristorazione a quelle dei pubblici esercizi: ci sono Roma, il "Grande Progetto Pompei" per la tutela e valorizzazione attività fortemente intermediate dalle pubbliche amministrazio- dell'area archeologica e, in prospettiva, la linea "M4" della metro- ni, nelle quali le cosche sono in grado di far valere la propria politana milanese.
influenza per immettere nel circuito legale l'enorme massa di Soltanto il rispetto delle regole, garantito anche da un'attenta liquidità derivante dai traffici illeciti. In tale contesto cresce la attività di controllo, consente di mitigare i peculiari fattori di domanda di tangenti che il nuovo ceto politico e amministrativo, rischio insiti nell'attività di intermediazione. E tra questi fattori forte di una sostanziale immunità, richiede per addomesticare le certamente vi è la presenza di rilevanti asimmetrie informative e decisioni pubbliche a scapito della collettività. Su questo grave e con esse possibili opacità dei bilanci bancari.
complesso problema, ed in particolare in merito alla prevenzione In definitiva, ritengo che la corruzione si può battere, anzi, si e al contrasto dell'illegalità nel campo finanziario, si è alzata pure deve battere, se si vogliono vincere le sfide della globalizzazio-la voce autorevole del Governatore della Banca d'Italia nel corso ne. Riformando la giustizia, rendendola più celere, riducendo il di un recente convegno organizzato con il Consiglio Superiore numero delle leggi, aumentando la loro efficacia, migliorando la della Magistratura. In sintesi, si precisa che dalla complemen- trasparenza degli atti della pubblica amministrazione, miglioran- tarietà delle attribuzioni delle autorità preposte (Magistratura do la burocrazia e l'efficienza del lavoro, non da ultimo creare – Forze dell'ordine – Banca Centrale) trae origine l'opportunità le condizioni per una maggiore collaborazione tra gli Stati nel di interventi integrati volti ad assicurare una più efficace tute- perseguire gli illeciti. E, soprattutto, bisogna che gli italiani riac- la degli interessi giuridicamente rilevanti per l'ordinamento, al quistino i valori di responsabilità e di rispetto verso le regole.
fine di coprire tutte le strade della legalità. Le finalità istituzionali MdL Giacomo Muoio IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
Europa al voto
Si voterà a maggio per eleggere
il nuovo parlamento europeo.
La data fissata è dal 22 al 25 maggio e i cittadini dei 28 paesi Membri dell'assise internazionale dovranno eleggere 751 deputati che siederanno nel nuovo Europarlamento.
E' una consultazione di straordinaria importanza sia perché le elezioni si tengono dopo 5 anni e in questo periodo mol-te cose sono cambiate in tanti Stati, compresa l'Italia, sia perché è la prima volta che si vota con le nuove norme del La chiamata alle urne è tanto più importante se si considera "Trattato di Lisbona" che ha stabilito nuove e diverse com- che nel 1979, fu nominata una Assemblea Costitutiva com- petenze per il Parlamento europeo, soprattutto in materia posta da rappresentanti scelti nei vari parlamenti naziona-legislativa.
li, (allora gli Stati partecipanti erano solo 13) mentre oggi Attualmente il Presidente della Commissione Europea, è possono esprimere il loro voto tutti i cittadini che hanno José Barroso, che ha tenuto la carica per due anni.
compiuto 18 anni; in Austria si può votare già a 16 anni.
L'Italia dovrà eleggere 75 deputati che verranno scelti nel-le cinque circoscrizioni del Nord-Ovest, del Nord-Est, del Centro, del Sud e delle Isole. Ciascuna esprimerà un numero di deputati in base agli abi-tanti delle zone, rispettivamente 20 per il Nord-Ovest, 15 per il Nord-Est, 15 per il Centro, 19 per il Sud e 9 per le Isole.
Un'ultima annotazione: la Presidenza del Consiglio dell'U-nione Europea spetterà all'Italia nel secondo semestre del 2014.
Il Consiglio è il principale organo decisionale dell'UE, rap-presenta i Governi nazionali dei singoli Stati Membri e si occupa di approvare la legislazione, di coordinare le politi-che economiche, di ratificare gli accordi internazionali e di approvare i bilanci.
UNA COPERTINA DEDICATA ALL'ARTE
Leonardo da Vinci (Vinci (FI) 1452 / Nel refettorio del convento di Santa Amboise 1519) fu pittore, scultore, Maria delle Grazie (Milano) dipinse architetto, ingegnere e scrittore ita- tra il 1495 e 1498 "L'ULTIMA CENA liano. Nel 1465 entrò nella bottega (IL CENACOLO)". Una delle opere di Andrea del Verrocchio, fu iscritto capitali di tutto il Rinascimento per fin dal 1472 nella compagnia di San la solenne monumentalità della Luca dei pittori fiorentini. A Milano composizione; compromessa fin fu al servizio di Ludovico il Moro per dal secolo sedicesimo a causa di quasi un ventennio. Infine si trasferì un deperimento provocato dalla in Francia, dove accettò la splendida ospitalità di tecnica adottata, l'opera ha visto un susseguirsi di Francesco Primo.
ridipinture e di restauri.
IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
Papa Francesco super star
Il 2013 è già in archivio, ma i fatti che si sono verificati nel corso dell'anno, sono ancora
oggetto di analisi e commenti soprattutto per i primati che ha fatto registrare e che,
sostengono gli analisti, si ripercuoteranno inevitabilmente nell'anno in corso.
E' di questi giorni un interessante sondaggio del "Corriere della Sera" dal quale emerge, in maniera netta e precisa, la figura di Papa Francesco, che è in testa a tre categorie di soggetti e, ovviamente, supera tutti.
Papa Francesco super star che si lascia alle spalle, ad esempio, il film di Paolo Sorrentino, "la grande bellezza" candidato al premio Oscar di quest'anno e "sole a catinelle" di Zalone che ha fatto registrare incassi da record.
In questo interessante sondaggio, emerge che la parola "Femminicidio" è stata la più usata, durante il 2013, da tutti i mass-media nazionali, una per-centuale del 31,6 per cento, contro il 28 della parola "Imu", il 16,9 per cento della parola "Populismo".
E passiamo allo sport dove si registrano due primi posti, quello di Di Natale che ha fatto il gol più bello dell'anno durante la partita Udinese-Chievo, finita 2-1 e il "fuori-onda" del ferrarista Alonso che ai box della sua squadra ha urlato contro i proprio tecnici "ma siete scemi!"In questa speciale categoria del "fuori-onda" ven-gono registrate altre curiosità, cone la dichiarazione dell'ex Ministro della Giustizia Anna Maria Cancel-leri, che alla cerimonia degli avvocati, avrebbe detto: sua elezione alla guida della chiesa cattolica, con il "vado ad inconrarli così ce li leviamo dai piedi". 55,1 per cento, superando largamente il benefattore Vincitore della categoria "la canzone" Marco Men- anonimo milanese che aiuta le persone in difficiltà, goni con "Daft Lucky", che ha superato Jovanotti (22.2 %) e il discorso all'Onu dell'attivista pakista-che ha cantato "Ti porto via con me".
na, la sedicenne Malala.
Per tornare a Papa Francesco, il pontefice è risul- Ancora primo Papa Francesco nel "il tweet", premia- tato primo nella categoria "buone notizie" dopo la to per la modernità con la quale recita il suo ruolo, e nella categoria "Il Selfie", ricoscimento ottenuto per la sua partecipazione con i ragazzi piacentini ad una manifestazione tenuta a San Pietro. In questa categoria, secondo posto per l'astronauta Parmitano e terzo per il Presidente Obama con la premier danese e Cameron al memorial di Mandela.
Infine un'ultima graduatoria, riguarda l'inizio dei libri più venduti, quello che in termine tecnico si chiama "incipit". Al primo posto l'opera di Paul Auster, editore Einaudi che recita così: "In princi-pio tutto era vivo. Anche i più piccoli oggetti erano dotati di un cuore pulsante e perfino le nuvole ave-vano un nome".
MdL Vittorio Sabia IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
Cerimonia di consegna premi-studio Alberto Ottolenghi
23 novembre 2013 (38° edizione)
Il giorno 23 novembre u.s. sì è svolta, nella Sala Au- Il M.d.L. Gianfranco Banti ha presentato i sei studenti ditorium "G. Toniolo" di Pisa, la 38ª cerimonia della "eccellenti" diplomatisi nell'anno in corso con vota- consegna Premi di studio "Alberto Ottolenghi".
zione di 100/100 e lode. Ha dato inizio alla Cerimonia il rag. Marino Salva- A consegnare i premi è stata la Sig.ra Ester, anziché dori, Console Provinciale Federmaestri, il quale, dopo la sorella Sig.ra Carla Ottolenghi, assente per soprag- aver fatto osservare un minuto di raccoglimento per giunte impossibilità. le recenti tragedie avvenute in Sardegna, ha rivolto un I premiati sono: saluto di benvenuto agli intervenuti e ha illustrato le Nocera Guglieimo - Liceo Scientlflco "U. Dini" - Pisa; attività e le prospettive del Consolato. Ha infine la- Ghignola Erica - Liceo Scientifico "F. Buonarroti" - sciato la parola alle autorità cittadine intervenute le Pisa; Pasqualetti Giulio - Liceo Scientifico XXV Aprile quali hanno illustrato, nel loro ambito, il rapporto - Pontedera; Matteoli Rachele - Liceo Classico XXV giovani-scuola -lavoro ai nostri tempi. Aprile - Pontedera; Filolli Desjan -I.I.S.S. "A. Pesenti"- Le autorità presenti sono state: Cascina; Bartalini Lorenzo -I.I.S.S. A. Pesentì - Casci- - per la Prefettura il dott. Edoardo Lombardi. Vice na. Prefetto Aggiunto, in sostituzione del dottor France- Dal M.d.L. Marino Salvadori sono stati presentati i nuovi Maestri decorati il 1° Maggio u.s. e sono stati - per il Comune di Pisa l'assessore M. Luisa Chiofalo; consegnati gli attestati con medaglia ai Maestri con - per il Provveditorato agli Studi il dottor Luigi Seba- 15, 20, 25, 30 anni di appartenenza alla Federazione. Il Segretario geom. Roberto Govoni ha ricordato la Della Federazione erano presenti: dottor Rolando partecipazione del Consolato di Pisa alle diverse edi- Ceccotti - Vice Presidente per il Centro FederMaestri; zioni della Fiera del lavoro. ing. Alberto Taiti- Console Regionale per la Toscana; La Cerimonia si è conclusa con una interessante pro- rag. Marino Salvadori - Console Provinciale di Pisa. lusione "Scuola - Lavoro: qualche riflessione", da par- La Cerimonia ha proseguito con la presentazione dei te del Prof. Avv. Carlo Venturini, dell'Università di ragazzi prescelti e la premiazione. Pisa- facoltà di Giurisprudenza. 10 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
Curiosità dal mondo
Vi sono alcuni eventi o fatti strani che si verificano nel mon-
do che rimangono racchiusi nell'ambito territoriale e diffi-
cilmente riescono ad interessare organi di stampa a livello
nazionale o internazionale.
Alcuni di questi episodi sono riportati da siti internet, ma
non raggiungono il pubblico di tutto il mondo.
E' il caso, per esempio, del BOSCO VERTICALE di MILA-
NO
, che verrà sviluppato nell'ambito dell'Expo 2015 e
installato nel quartiere di Porta Nuova.
Per ora si tratta di un modello, che è stato concepito da Stefa-
no Boeri e prevede la creazione di due torri, la prima di 100
metri, la seconda di 76, interamente ricoperte da 900 specie
di alberi e arbusti, alcuni alti fino a 9 metri che, in prati-
ca, circondano il cemento armato delle costruzioni e danno struttura a impianto solare composta da 4.400 pannelli foto-
appunto l'idea di un bosco verticale. Il tutto si espande su una voltaici posti a copertura del tetto e produce circa 900.000
superficie di 10.000 mq boschiva e costituirà, sicuramente KWh all'anno, cioé la metà del fabbisogno energetico della
una delle principali attrattive dell'esposizione milanese.
nazione. Il ponte, curato dall'azienda di trasporti Network
Rail, in collaborazione con la Solarcentury e vuole indicare
un forte messaggio della possibilità di far diventare sempre
più "green" e sostenibile i nostri ambienti, specie le grandi
città che soffrono di smog.
*****
Un'altra notizia veramente curiosa e poco conosciuta è quella
che riguarda il TESTAMENTO DI NAPOLEONE BONA-
PARTE
.
La casa di aste Druot di Parigi, ha battuto e venduto l'unica
copia di questo importante documento per 357mila Euro,
cifra quasi il doppio di quella battuta inizialmente.
Il manoscritto fu RISCRITTO da uno stretto collaborato-
re del grande condottiero e stratega francese ed é datato 16 E' stato necessario salire fino a 710 metri di altezza per "cura- aprile 1821. Offre spunti interessanti sugli ultimi giorni di re" una ferita del grande Cristo che domina la baia di Rio vita di Napoleone che morì dopo 19 giorni dalla stesura del de Janeiro.
A seguito di alcuni violenti temporali che si sono abbattuti Il testamento originale, quello scritto personalmente da sul Brasile si sono verificati danni all'imponente monumen- Napoleone, è però conservato negli archivi nazionali francesi.
to. Il Cristo Redentore ha perduto parte del dito medio e il *****
pollice della mano destra.
L'Italia che non conosci: questo può essere il titolo di un'o- Operai spoecializzati, che sono stati in grado di raggiungere, pera che si propone di segnalare i posti più interessanti del con speciali elevatori, la quota massina di 710 metri di altezza nostro Paese che sono poco noti. Dunque niente pasta, piz-hanno iniziato subito le operazioni di riparazione. Alcuni di za e mandolino, ma la sottolineatura di fiere, sagre e musei, essi rimarranno sospesi su uno dei bracci del Cristo per alcu- magari fuori portata per i comuni turisti, ma sicuramente più ne settimane. I lavori, dureranno 4 mesi, ma anche durante le appetibili per gli amanti della scoperta.
operazioni di soccorso, il monumeto sarà aperto ai visitatori.
L'iniziativa offre al turista straniero un contatto diretto con il territorio, proponendo itinerari unici che riguardano anche il L'ANSA ha reso noto che è stato inaugurato il "PON-
mondo dell'arte e della cultura italiana.
TE SOLARE PIU' ALTO DEL MONDO". Si chiama Insomma un viaggio esclusivo che si propone di sottolineare
Blackfrias Bridge ed è stato costruito a LONDRA. E' una lo spirito più intimo e nascosto del nostro bel Paese.
IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
LO SAPEVATE CHE
La donna italiana lavora di più
La donna italiana lavora più dell'uomo. Lo ha con-fermato un recente sondaggio che ha stabilito che le donne lavorano, mediamente, 11 ore in più rispetto agli uomini.
Il motivo?Le nostre signore sono "schiacciate" dal lavoro domestico che impone loro ritmi sempre più forzati, e competenze che si aggiungono a quelle del lavoro in ufficio.
Lo stesso sondaggio ha stabilito che il 52,3 per cento delle donne fra i 46 e i 55 anni accudisce nipoti e genitori anziani e che l'11 per cento delle donne fra i 56 e i 65 anni, non ha più tempo libero a dispo- quelli più maturi.
Vi è ancora un dato per sottolineare la "generazione La ricerca è stata denominata "Donne e uomini sandwich" delle donne italiane e riguarda la retribu-‘alleati' in famiglia?" e portata avanti dal periodico zione. Le ore lavorate sono in gran parte in nero, "50&PIU'" che si occupa di problemi sociali e degli dunque non retribuite e raggioungono il 36,1 per anziani.
cento delle ore occupate complessivamente: il lavoro Da questa ricerca si evince ancora che "in media, cir- retribuito rappresenta solo il 22 per cento.
ca la metà delle donne dedica alle cure domestiche Diversa la situazione dell'uomo: il lavoro retribuito dalle 3 alle 5 ore al giorno". Per gli uomini, questa rappresenta oltre 33 ore su 47, mentre quello non è una cosa addirittura impensabile, soprattutto per retribuito è di sole 14,5 ore. 12 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
ILLUSTRA LA TUA AZIENDA/ATTIVITÀ
ACQUISTANDO UNO SPAZIO SUL:
La donna italiana lavora di più
IL MAGISTERO DEL LAVORO
Organo ufficiale della
Federazione Maestri del Lavoro d'Italia
Il Magistero è uno strumento importantissimo per portare la nostra voce, non solo a tutti i nostri iscritti, ma anche al mondo esterno, alle autorità istituzionali, alle forze im- prenditoriali e alle altre organizzazioni associative. L'adesione che troviamo in tutti gli ambienti e che speriamo si rafforzi ulteriormente, ci porti nuovi sottoscrittori per la pubblicità, è la prova più evidente di una presenza im- portante che si va sempre più consolidando e sviluppando. Noi abbiamo sempre perseguito l'obiettivo di fare de "Il Magistero" una vera e propria voce del mondo del lavoro, per esaminare e dibattere sulle sue colonne i problemi con i quali ci confrontiamo giorno dopo giorno, oltre a dare il giusto spazio alle attività che si svolgono sul territorio. Dire che vogliamo incrementare questa tendenza può sembrare scontato, ma non è così. In ogni impresa, specie se giornalistica, si corre sempre il rischio dell'assuefazione, della formula "ho già dato", che significa non ho altro da dire, alla fine, si può ricadere Noi vogliamo seguire la tendenza contraria, in linea con i principi del nostro Statuto. Per questi motivi torniamo a complimentarci con i colleghi che ci chiedono più spazio (non sempre riusciamo ad accontentare tutti in tempo) e ci impegnamo a fare sempre meglio al fine che "Il Magistero del Lavoro" diventi lo specchio ideale di una categoria che ha sempre più voglia di crescere e di rappresentare adegua- tamente le esigenze del Paese in cui vive. Caratteristiche TECNICHE e LISTINO prezzi
Frequenza: 4 numeri annui
PUBBLICITÀ TABELLARE
Mezza Pagina
Data di uscita: mar - giu - set - dic
TIRATURA: 20.000 copie
PUBBLICITÀ REDAZIONALE
Pagina
21X29,7 CM
POSIZIONI SPECIALI
II coperina
STAMPA: offset e roto-offset
FORMATO: cm 21x29,7
MATERIALE: file in formato .pdf pronti per la stampa
PRENOTAZIONE SPAZI: 40 giorni prima della data di uscita
4 numeri (annuale) 15% DATA DI CONSEGNA: 30 giorni prima della data di uscita
8 numeri (biennale) 20%16 numeri (triennale) 25% MEZZA PAGINA
Per la pubblicità: GSTAFF • Via C.P. Biroli, 2 • 00189 Roma
Tel. 06.33251247 • Fax 06.33259436 • info@gstaff.it
XXXIV CONVEGNO NAZIONALE
ad Ascoli Piceno (la città delle 100 torri)
Programma base (per i M.d.L.)
8 maggio 2014
Arrivo in hotel, sistemazione, cena, pernottamento
9 maggio 2014
ore 9,00 appuntamento c/o Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno.
Intera mattinata dedicata alla parte pubblica del Convegno.
Conduttore/moderatore il giornalista Walter Passerini.
Giornalista e docente universitario a Contratto. Dopo la laurea con lode, ottenuta pres-so la facoltà di Lettere e filosofia dell'Università Statale di Milano, diventa giornalista pro-fessionista specializzato in campo economico. Le prime esperienze risalgono a Mondo Economico, GenteMoney e La Stampa prima di approdare al Corriere della Sera dove resta per quasi vent'anni. Dopo aver curato gli inserti "Corriere Soldi" e "CorrierEcono-mia", realizza "Corriere Lavoro", il primo settimanale italiano sui temi del lavoro e della formazione, poi si ripete con"Corriere Scuola" e "Corriere Università". Dal settembre 2005 al 2008 è Capo redattore de "Il Sole 24 Ore. Che lascia per "Italia Oggi", dove realizza "Io Lavoro", il primo settimanale dedicato ai Professionisti delle Risorse umane. Dal 2010 collabora con "La Stampa", dove realizza le pagine su lavoro e formazione del lunedì ("Tutto Lavoro") e gestisce un blog di dialogo con i lettori. Già Vicedirettore della Scuola di Giornalismo "Walter Tobagi" dell'Università Statale di Milano/Ifg. Collabora, come conduttore televisivo e radiofonico, con diverse testate pubbliche e private.
14 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
A metà mattinata, previsto coffee break.
Interventi previsti:
- Saluti rappresentanti delle istituzioni (Sindaco, Pres. Province, Pres. Regione, ecc.);
- Alto esponente Confindustria (invitato Squinzi);
- Alto esponente sindacale (invitato Bonanni);
- Relatore Flavio Corradini, Magnifico Rettore dell'Università di Camerino;
i ministri Giovannini (Lavoro) e Carrozza (MIUR);
- Dirigenti dei due suddetti Ministeri.
Ore 13,30 pranzo/buffet (per tutti – accompagnatori compresi) nell'attiguo Chiostro di S.Francesco A seguire visita guidata della città.
In serata cena e pernottamento nei rispettivi alberghi.
10 maggio 2014
ore 9,00 al Teatro Ventidio Basso segue la parte del Convegno dedicata alle problematiche interne della Federazione.
Conduttore/moderatore il M.d.L. Fausto Spegni.
A metà mattinata previsto coffee break.
ore 13,30 pranzo a buffet (c.s.) a seguire proseguimento Convegno sino alle ore 18,00 dove nella vicina Piazza del Popolo assisteremo ad uno spettacolo degli sbandieratori della Quintana.
ore 20,30 Cena di gala, con spettacolo di cabaret, presso l'Hotel Casale. 11 maggio 2014
ore 10,00 SS.Messa presso il Duomo di S. Emidio in Ascoli Piceno.
A seguire sarà servito un aperitivo di arrivederci! PER GLI ACCOMPAGNATORI
9 maggio 2014
La locale Confcommercio contatterà gli esercizi commerciali ascolani del centro storico e, dove verrà concesso uno
sconto ai partecipanti del Convegno, verrà esposta una vetrofania con il nostro logo per segnalare l'iniziativa.
10 maggio 2014
Verranno programmate escursioni nel Piceno, sia artistico/culturali/paesaggiste, sia con visite ad outlet (es. Tods, Nero
Giardini, ecc.).
N.B.: per maggiori dettagli consultare : www.maestrilavoro.it
IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
XXXIV CONVEGNO NAZIONALE 8 -11 MAGGIO 2014
PRENOTAZIONE ALBERGHIERA
COGNOME E NOME _ACCOMPAGNATORE INDIRIZZO (VIA, CAP, CITTÀ, PROV.) _ TEL. CELL. _ FAX E MAIL HOTEL 4* S HOTEL 4* HOTEL 3*
PREGO RISERVARE: N.° CAMERA DUS € 235,00 € 220,00 € 205,00 CAMERA DOPPIA € 370,00 € 340,00 € 310,00 CAMERA MATRIMONIALE € 370,00 € 340,00 € 310,00 TOTALE CAMERE: N.° LE TARIFFE SI INTENDONO PER CAMERA E PREVEDONO N.° 3 PERNOTTAMENTI CON 2 MEZZE PENSIONI ED UN PERNOTTO CON COLAZIONE PER COLORO CHE VOLESSERO ANTICIPARE L'ARRIVO E O POSTICIPARE LA PARTENZA DI SEGUITO INDICHIAMO TARIFFE HB HOTEL/GIORNO
HOTEL 4* S HOTEL 4* HOTEL 3*
PREGO RISERVARE: N.° € 85,00 € 80,00 € 75,00 CAMERA DOPPIA/MAT. € 140,00 € 130,00 € 120,00 DATA ARRIVO _ DATA PARTENZA _ TOTALE NOTTI: IMPORTO TOTALE HOTEL PREGO RISERVARE: PRANZI BUFFET € 35,00 PER ENTRAMBI I PRANZI DEL 9 E 10 MAGGIO € 50,00 GALA DEL 10 MAGGIO IMPORTO TOTALE PRANZI + GALA € RICORDIAMO CHE I PRANZI A BUFFET VANNO PRENOTATI SOLO PER GLI ACCOMPAGNATORI MENTRE LA CENA DI GALA PER TUTTI IMPORTO TOTALE (HOTEL + PRANZI ACCOM. + GALA ACCOMPAGNATORI E M. D. L.)

INVIARE LA PRESENTE SCHEDA COMPILATA IN OGNI SUA PARTE CON I NOMINATIVI DEI DELEGATI ED EVENTUALI ACCOMPAGNATORI A:
Tel: 0736 814720 – Fax: 0736 814946 e-mail: congressi@hotelcasale.it
MODALITÀ DI PAGAMENTO:Bonifico 50% importo totale entro il 31/03/2014 – Saldo entro il 25/04/2014 - alle seguenti coordinate bancarie:
BANCA DELL' ADRIATICO FILIALE DI CASTORANO (AP) IBAN IT89 X 05748 56491 00000 0000 300 INTESTATO A: CASALE DI SPINELLI CATIA & F.LLI SNC - Causale: XXXIV Convegno Nazionale Maestri del Lavoro.
PENALITÀ: Sarà possibile annullare la prenotazione entro il 23/04/2014 senza penalità; Annullamenti o modifiche dal 24/04/14 al
01/05/14 penale del 50% della caparra versata per le camere non occupate; Dal 02/05/14 si incorrerà in penale del 100% del versato. (*) Si informa che i dati inseriti saranno trattati dall'ufficio prenotazioni solamente al fine di garantire le corrette procedure inerenti la prenotazione alberghiera, in osservanza delle condizioni dettate dal D.LGS. n. 196/2003 sulla Privacy. 16 IL MAGISTERO DEL LAVORO
• n. 1 - Gennaio 2014 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Gennaio 2014 17
PARLIAMO DI.
Dall'Italia e dall'Estero
UN NEPALESE HA COMPIUTO A 106 ANNI IL
PER LA PRIMA VOLTA IN EUROPA IL
PRIMO VOLO DELLA SUA VITA. L'UOMO HA
NUMERO DELLE BICICLETTE HA
COSÌ CORONATO IL SUO SOGNO PERCHÉ
SUPERATO QUELLO DELLE AUTO,
DICEVA SEMPRE "VORREI VOLARE IN CIE-
UN VERO PRIMATO CHE HA AVUTO
LO COME UN UCCELLO, PRIMA DI MORIRE".
RIPERCUSSIONI POSITIVE IN TANTI
L'IMPRESA È STATA REALIZZATA GRAZIE ALLA
PAESI, FRA I QUALI L'ITALIA IN CUI
COLLABORAZIONE DI UNA COMPAGNIA AE-
SI É REGISTRATO LO STESSO FENO-
REA NEPALESE CHE LO HA PRESO A BORDO
A KATMANDU, E LO HA TRASPORTATO FINO
E' stato proprio definito "un fenomeno"
AD UN AEROPORTO VICINO AL SUO PASE DI
questo nuovo trend di vita che dimostra
anche la volontà degli europei di muoversi
In tutto 35 minuti di volo di più all'aria aperta e di dimuinuire, così,
che ha reso felice BOTE le cause dell'inquinamento. In Italia, nel
RAI (questo il nome del 2012 la vendita di biciclette è stata di 1,6
protagonista), il quale ha milioni mentre quelle delle auto si é ferma-
sorvolato, in preghiera, ta a 1,4 milioni.
anche il tempio induista Il fenomeno è stato registrato in crescita
di Ashapatinah che, da non solo nei paesi dove tradizionalmente
giovane, aveva ragiunto in si usa la bicicletta, come l'Olanda e la Da-
pellegrinaggio dopo dieci nimarca, ma
giorni di viaggio a piedi.
anche nei pa-
esi del Sud
za? " E' stata una cosa bel- come la Spa-
lissima, mi sono divertito" gna e, appun-
ha detto Bote Rai, "ma una volta basta, non volerò più".
E' UNO DEI RARI ESEMPI AL MONDO DI COME È POSSIBILE FAR
COESISTERE INSIEME LO SCIENZATO E IL LETTERATO. LA DEFI-
NIZIONE È STATA CONIATA PER LEONARDO SINISGALLI, IL FA-
MOSO POETA LUCANO, AL QUALE LA REGIONE BASILICATA HA
DEDICATO UN'OPERA CORPOSA E IMPORTANTE.
Sono due volumi, dal titolo "Il guscio della chiocciola" al quale hanno dato il loro contributo Università italiane e straniere fra le quali quelle di Cambridge, Stanford, Monaco, Nantes, Castilla-La Mancia.
Leonardo Sinisgalli, nato a Montemurro in provincia di Potenza, laureato in ingegneria, a Roma fu chiamato dalla Olivetti che gli affidò la direzione arti- stica del suo ufficio, passò poi alla Pirelli dove fondò e diresse la famosa rivista "Cilvità delle macchine" sulla quale scrissero i più famosi letterati dell'epoca e i progettisti più importanti di società italiane e straniere. Fra i suoi amici e colla- boratori Libero de Libero, Ungaretti, Scipione, Mafai e tanti altri che trovarono spazio per le proprie idee proprio nella sua rivista che aveva una impostazione grafica innovativa. Sfiorò il Premio Nobel per la letteratura che gli fu soffiato all'ultimo momento, ma questo non diminuì la sua fama di uomo che seppe unire il "furore dei numeri e quello della poesia".
18 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
FARE LA FILA FA PER-
HA CHIESTO PERDONO AL PATRIAR-
DERE 400 ORE ALL'AN-
CA DELLA CHIESA ORTODOSSA DI
NO E SEMBREREBBE
KIRILL IL FAMOSO INVENTORE DEL
UNO SPRECO.
FUCILE KALASHNIKOV, L'EROE RUS-
Ma la psicolooga Ayelet Fi- SO APPUNTO MIKHAIL KALASH-
shbach, della Chicago Scho- ol of Business, afferma che "Il mio dolore spirituale è insopportabile"
"fare la fila" fa bene, perchè, tra l'altro è una soddisfazione inte- ha scritto in una nota - non riesco a smettere
riore e migliora la qualità della pazienza di chi aspetta il suo turno di chiedermi: se il mio mitra ha tolto la vita
per entrare in un negozio.
a così tante persone, significa che anch'io
Alcune curiosità: la fila che nell'agosto 2000 bloccò la National sono colpevole della loro morte?"
Expressway cinese, arrivò fino a 100 chilometri di lunghezza e All'inventore del fucile, che ha 93 anni, e
durò ben 10 giorni.
proviene da una famiglia contadina, cristia-
In Italia il 1° agosto del 2009 sul Passante di Mestre si creò una no ortodosso, la Chiesa non ha fatto man-
fila di oltre 32 chilometri. Durante la sosta forzata, ci furono au- care la sua risposta. "Se un'arma serve per
tomobilisti che giocarono a calcetto lungo la corsia di emergenza difendere la patria la Chiesa appoggia sia
e altri che organizzarono pic-nik e barbecue. La protezione civile i suoi artefici sia chi la usa. Il fucile fu in-
organizzò un servizio intensivo di distribuzione di panini e botti- ventato per la difesa del paese non perché
glie d'acqua. Gli inglesi sono specialisti nel fare la fila, non vi ri- venisse usato, poi, dai terroristi di tutto il
nuncerebbero mai. L'umorista ungherese George Mikes ha scritto: mondo. Insomma Kalashnikov assolto per-
"Un inglese anche se è solo, forma una coda ordinata".
ché non responsabile degli eccidi che si sono
Per ultimo citiamo Lina Sotis che offre un consiglio sul a sua ru- verificati, con il suo fucile, in ben 53 paesi
brica "bon ton": ‘In fila al supermercato lasciate passare chi è die- del mondo intero.
tro di voi ed ha comprato poco, sarete un ricordo indimenticabile'.
I BRONZI DI RIACE SONO TORNATI "IN PIEDI" NELLA
LORO CASA DEL MUSEO NAZIONALE DI REGGIO CA-
Naturalmente dopo il lungo restauro che era iniziato nel 2006, che ha riportato le due statue al loro originale splendore, sono stati alle- stiti una serie di accorgimenti tecnici per assicurare la loro perfetta conservazione. Tra gli altri un modernissimo sistema ad oscil- lazione verticale e orizzontale che assorbirà le eventuali scosse di terremoto per non farle scari- "Un politico lucra sul terremoto.
care sui preziosi reperti. Quell'altro prende mazzette sulla sanità.
I Bronzi di Riace, due splendide Un terzo fa affari con la mafia. E poi c'é quello
statue appunto in bronzo anti- che prende soldi per la campagna elettorale,
co, furono trovate il 16 agosto quello del voto di scambio, quello che fa
1972 sul fondo del mare all'al- parentopoli, quello che fa la cresta sui rimborsi
tezza del comune di Riace in spese, quello che falsifica le firme.
Calabria, da un sub romano che Ad un certo punto ti imbatti in un politico
ne intuì subito l'importanza e onesto e pensi " questo dev'essere così idiota
provvide ad avvertire la Sovrin- che non sa nemmeno rubare"
tendenza per tutelarli, prima (Mattia Feltri, su "La Stampa" di Torino)
del loro definitivo recupero.
IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
PARLIAMO DI.
Care lettrici, cari lettori concordo con la considerazione espressa
dal MdL Luigi Di Marco e mi unisco al suo augurio, auspicando
per tutti noi un diverso futuro ricco di speranza.
Il segretario generale - Silvio Manfredi
Tra le mie letture ho scelto questa poesia che ho letto con il cuore e poi con la mente e ho … sperato nel futuro. Auguro a tutti di condividere la speranza e di sorridere al futuro Luigi Di Marco, Natale 2013" LIBERTÀ
La Libertà non ha spazio
Per i vecchi e nuovi salotti impolverati dalle chiacchiere,
per le finte celebrazioni che affollano festose sale di alberghi, per i
corridoi infestati dai veleni di palazzo,
per gli stucchi posticci utilizzati per coprire sgradite fessure.

La Libertà non ha tempo Per i convenevoli vuoti e le frasi di circostanza lontane dal cuore. Non hatempo per pettegolezzi, ripicche, vendette e rancori,per rimpianti e rimorsi. Non è cinica né sarcastica, né cerca cavilli. La Libertà ama i grandi spazi ma sa cercarli anche nel più piccolo degli sgabuzzini. Ama i silenzi e le fragorose risate, predilige i sorrisi, però, e non disdegna la tristezza momentanea, né il pianto. La Libertà ha tempo per gli altri,ma riserva del tempo per sé.
Sa donarsi e chiedere perdono, non porta rancore,ascolta e accoglie le scuse sincere.
Ha fiducia la Libertà,non giudica le persone,ma riconosce e corregge gli errori,alimenta i talenti per raccoglierne i frutti e donarli, rafforzandocosì anche l'originaria pianta. La Liberta è creativaEsalta tutti i colori, non ama le crociate, né i vessilli, non ha gradi, né uniformi, è organizzata però, è rispettosa, è positiva, non rimpiange il passato, ama il presente L'autrice è Daniela Troina Magri riportata sul libro
e lo usa per sorridere al futuro. "La Canzone del mare- Fruits of Sicily"
20 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
i Maestri che hanno avuto la costanza di rinnovare per venti anni l'iscrizione Assemblea di fine e di partecipare alle manifestazioni che
d'anno per i Maestri del Lavoro vengono organizzate, in un clima di
di PESCARA e dei loro familiari grande partecipazione dal Consolato
organizzata dal console Luigi Cle-
Provinciale di Pescara d'intesa con la mente unitamente al Consiglio Federazione Maestri del Lavoro d' Ita-
lia. Quest' anno le targhe ricordo sono I partecipanti si sono ritrovati presso state consegnate ai colleghi Bianca L'Abbazia di Santa Maria Arabona del Fracasso, Vincenzo Di Ciccio, Roma- XII secolo in Contrada Santa Maria no Ucci che hanno ricevuto da tutti Arabona in Manoppello. Il tempio i presenti congratulazioni ed auguri è situato su una collina che sovrasta per una ancora lunga permanenza nel zesi oltre ai consoli di Teramo, Chieti Manoppello Scalo con una meravi- e Pescara, Anna Rita Puca, Antonio gliosa vista dell'intera vallata pescare- Dopo la cerimonia i presenti hanno Fusco e Luigi Clemente. Presen- se. I Maestri hanno assistito alla Santa potuto gustare le deliziose prelibatezze ti anche Gianfranco Mazzaufo nella Messa in Abbazia, allietata, da canti del Ristorante Arabona e a tutti i pre- doppia veste di console Provinciale lutirgici, dal coro degli Alpini (Gruppo senti sono stati offerti simpatici gad- dell'Aquila e Regionale dell'Abruzzo. Alpini di Pescara) di cui il collega Gio- gets e si è tenuta anche la tradizionale Ospiti d'onore il presidente Nazio- vanni D'Onofrio è corista. Al termine lotteria ricca di premi. nale Amilcare Brugni ed il segretario è stata effettuata un'interessante visita Nazionale Silvio Manfredi. Dopo guidata dall'esperta Emanuela Carul- la cerimonia è stata organizzata una li figlia del nostro tesoriere Roberto, TERAMO
visita guidata della parte vecchia della all'interno del Monastero e all'esterno Il Precetto Pasquale dei Maestri città di Teramo, e un conviviale pres-
nel bellissimo parco dal quale si accede del Lavoro d'Abruzzo è stato orga- so il ristorante "Corte dei Tini" con la
al corpo restante della Chiesa.
nizzato dal neo console provinciale presenza di molti familiari dei Maestri.
A seguire i partecipanti si sono tra- di Teramo Anna Rita Puca presso
sferiti presso il ristorante "Arabona", la Cattedrale di TERAMO dove ha
prospicente l'abbazia stessa dove, tra celebrato il Vescovo Monsignore
l'altro, sono state assegnate le targhe- Michele Seccia coadiuvato da Don
ricordo della giornata.
In questa occasione, infatti, si ripete Vi hanno partecipato i Maestri del Una delegazione di Maestri del
la tradizione di premiare e festeggiare Lavoro della quattro Provincie abruz- Lavoro di Basilicata, guidata dal
console regionale Antonio Papaleo,
e composta dal console provinciale
di Potenza Lorenzo Berardino, dal
segretario regionale Raffaele Gifu-
ni e dal tesoriere Rocco Laguardia,
ha incontrato a POTENZA il presi-
dente del Consiglio Regionale Piero
Lacorazza.
E' uno dei primi incontri che il Presi-
dente ha effettuato dopo l'inizio del suo mandato, a dimostrazione della sua disponibilità sui temi del lavoro e verso la categoria dei Maestri del Lavoro e al loro compito di continua- re a svolgere un raccordo tra i giovani e il mondo del lavoro e segnatamente I Maestri pescaresi e le loro famiglie davanti alla Basilica di Manoppello
al mondo della scuola, dove si stanno IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
PARLIAMO DI.
studiando specifici progetti su "Scuo- il lavoro che il Consolato Regionale del Lavoro Augimeri di Palmi, il quale la–Lavoro". Durante la riunione sono dei Maestri del Lavoro va svolgendo ha fornito complete ed esaurienti spie- stati esaminate diverse tematiche fra ed ha assicurato il personale supporto gazioni relative a questo meraviglioso le quali le risorse non solo umane, ma alle loro iniziative.
monumento. Quindi visita nella zona economiche e naturali sulle quali – è di Palmi con un piccolo percorso a stato rilevato – occorre una maggiore piedi per raggiungere il Parco Archeo- riflessione perché la loro forza propul- logico dei Taureani "Antonino De Sal- siva trovi la sua giusta valorizzazione CALABRIA
vo", zona dove anticamente era ubica- sia attraverso un uso più appropriato I Maestri del Lavo-
ta l'antica città Bruzia di Tauriana. delle risorse, molto importanti della ro del Consolato Il parco con le notevoli testimonianze
Regione, sia per avviare nuove occa- Provinciale di REG-
archeologiche, è inserito in una corni- sioni di sviluppo e occupazione.
GIO CALABRIA han-
ce di straordinaria bellezza paesaggisti- Una occupazione che deve limitare no dedicato una giornata co-ambientalen affacciato a picco sulla
soprattutto l'esodo dei tanti giovani, alla scoperta del territorio spiaggia di Palmi e sull'azzurro mare
le cui intelligenze sono necessarie per Calabrese a Rosarno lungo la Costa antistante. La strada romana, l'anfite-
qualsiasi ipotesi di sviluppo in modo Viola.
atro, le abitazioni, il santuario, il vil- da mettere a frutto l'investimento che Prima sosta a Palmi per incontrarsi laggio protostorico, la torre saracena le Famiglie e le Istituzioni hanno fatto con i Maestri della provincia che han- hanno fatto rivivere un pezzo di sto- per la loro preparazione professionale.
no aderito all'iniziativa. Quindi la visi- ria rimasta nascosta per millenni sotto Ovviamente, perché tutto ciò possa ta alla Chiesa di San Fantino, uno dei l'ombra dei secolari ulivi presenti nel accadere, bisognerà che la massima luoghi di culto dell'antica città di Tau- sito, storia raccontata con dovizia di Assise Istituzionale Regionale si impe- reana. Varie volte ricostruita nei secoli particolari dalla guida di Italia Nostra gni a snellire la macchina burocratica, passati, essa è oggi recuperata e gestita Teresa Frisina. A Gioia Tauro una pia- adeguando e aggiornando la Carta dal Movimento Culturale San Fantino cevole sorpresa: ad accogliere i Mae- Magna, rappresentata dallo Statuto, che si è fatto carico di accompagnare i stri al Museo Archeologico Metauros divenuto obsoleto e farraginoso.
partecipanti tramite un suo esponen- l'Assessore alla Cultura Monica della Il presidente Lacorazza ha apprezzato te Mario Augimeri, figlio del Maestro Vedova, milanese doc. Dopo un bre- 22 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
ve saluto istituzionale, ha illustrato i di bufala, ricotta di pecora, ecc., la mo Marchesini, fondatore dell'azienda reperti accuratamente conservati nelle cooperativa produce formaggi tipi- ed il figlio Maurizio, Amministratore teche del Museo. Di ciascun ritrova- ci (caciotte, caciocavalli e pecorini di delegato, insieme al Direttore tecnico mento l'Assessore ha precisato storia, varia qualità e stagionatura).
e socio del Consolato Giuseppe Mon- provenienza, funzione e circostanze A tavola i Maestri hanno assaggiato ti che ha accompagnato gli ospiti nel relative al ritrovamento, facendoci le specialità della casa cucinate dalle percorso di visita dello stabilimento. quasi avvertire le sensazioni di chi sco- mani esperte della signora Giulia che I partecipanti hanno avuto modo di priva quei meravigliosi vasi, monili e ha accolto gli ospiti in un ambiente conoscere l'organizzazione dell'azien- suppellettili vari, testimonianza della caldo e familiare. da nelle sue fasi (dalla progettazione vita quotidiana di un periodo stori- Terminato il pranzo, i Maestri hanno ai reparti produttivi) e di assistere al co che ha segnato in modo indelebile avuto la possibilità di visitare l'Azienda funzionamento delle stesse macchine questo nostro territorio.
che, oltre gli allevamenti ed il Casei- impacchettatrici. Hanno altresì potu- Conclusa la visita al Museo i Maestri ficio, ha un impianto tecnologico che to constatare il ruolo fondamentale dei hanno raggiunto l'amico ferroviere consente di essere energeticamente collaboratori e la visione dell'azienda Leone Alagna che ha mostrato alla autonoma e totalmente ecosostenibile come "comunità".
comitiva quanto da lui colleziona- con un' integrazione energetica prove- Quello delle macchine automatiche to in una vita di ricerca nel corso dei niente da due centrali funzionanti a per il confezionamento e l'imballaggio suoi viaggi. Infatti in un grande salone biogas ed una centrale fotovoltaica. è uno dei settori industriali più dina- ha esposto tutto quello che l'ingegno Con una potenza elettrica di circa mici e vitali che storicamente connota- umano ha saputo creare nel tempo. Da 2500 kw è la più grande centrale agro- no il tessuto produttivo bolognese: un sottofondo un disco originale in vini- energetica del Centro e Sud Italia.
comparto altamente competitivo che le del grande Caruso ascoltato tramite Il motto dell'Azienda è un proverbio ha retto in modo brillante alla crisi di uno dei primi giradischi azionato a Masai "La terra non ci è data in eredità questi anni e che vanta imprese leader mano tra tutti gli altri preziosi cimeli.
dai nostri genitori, ma in prestito dai a livello mondiale come Marchesini E' chiaro che la conoscenza del territo- nostri figli" un augurio e una promes- Group, vero fiore all'occhiello della rio non è solo storia e reperti, ma anche sa anche per le future generazioni non packaging valley bolognese. tradizione e prodotti tipici trasformati solo calabresi.
Emblematica la storia dell'azienda, in buona cucina quindi in una cultu- che nasce nel 1974 con il nome di ra dell'alimentazione che passa anche 2M ad opera di Massimo Marchesini, attraverso la storia del territorio alla tecnico specializzato nella costruzione ricerca continua di prodotti di qualità. di macchine automatiche, che decide E così che i Maestri si ritrovano nel- di mettersi in proprio creando la sua la Masseria della Piana, un ristorante BOLOGNA
prima azienda con la collaborazione di agricolo che garantisce freschezza e Anche quest'anno i Maestri del un giovanissimo progettista, Giusep-
qualità dei cibi, la maggior parte dei Lavoro di BOLOGNA hanno volu- pe Monti, proveniente dall'industria
quali prodotti direttamente ed altri to dare un'impronta importante alle motociclistica.
tramite le cooperative che fanno parte loro inizative visitando una realtà
della Fattoria della Piana. industriale di spicco del territorio
La Fattoria della Piana è una coopera- bolognese.
tiva di allevatori calabresi che si occu- La scelta è caduta su Marchesini pa della raccolta e della trasformazione Group spa, leader nella fornitura di del latte proveniente dalle Fattorie dei linee complete e macchine per il con- Soci situate sull'Aspromonte, sul mon- fezionamento farmaceutico e cosme- te Poro, nella Piana di Gioia Tauro e tico, che a Pianoro (comune a pochi chilometri dal capoluogo) ha il suo Produce nel caseificio degli ottimi headquarter.
formaggi semplicemente applicando Ad accogliere la delegazione dei Mae- nuove tecnologie a secolari ricette di stri del Lavoro, guidata dal console caseificazione. Oltre ai prodotti freschi provinciale Alessandra Castelvetri, di alta qualità (fiordilatte, mozzarella sono stati i titolari della società: Massi- IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
PARLIAMO DI.
Unindustria Bologna tra il 2009 e il Bologna, e la dott.ssa Franca Filippi- 2011, dal giugno 2012 è Presidente di ni, Assessore all'Istruzione del Comu- Confindustria Emilia Romagna, non- ne di Pianoro.
ché membro della Giunta nazionale ***
di Confindustria a Roma. Un percor- PARMA
so coronato nel giugno 2013 con la Presso la prestigiosa Sala Bocchi di
nomina a Cavaliere del Lavoro da par- PARMA della Cariparma si è tenu-
te del Presidente Napolitano.
ta la conferenza stampa per la pre-
Ricerca, innovazione tecnologica, sentazione dell'iniziativa "con Lia e
specializzazione, valorizzazione delle Augusto nel Gran Regno del Gusto",
risorse umane, centralità del lavoro e un progetto rivolto agli alunni delle
delle persone: sono questi, in estrema scuole primarie di primo grado delle
L'azienda si sviluppa e cresce nel quar- sintesi, i valori alla base del successo terze classi che, tende a valorizzare
tier generale di Pianoro fino a diventa- imprenditoriale di Marchesini Group, sia le eccellenze agroalimentari della
re un vero e proprio Gruppo in grado come ha voluto ricordare anche il Con- nostra Food Valley, sia l'arte di anti-
di far fronte all'intero processo di con- sole provinciale Alessandra Castelvetri chi mestieri che hanno reso celebri i
fezionamento, da monte a valle, per che, ringraziando la famiglia Marche- prodotti della nostra zona.
le industrie farmaceutica e cosmetica, sini per l'ospitalità, ha sottolineato il E' un viaggio fantastico e origina- ritagliandosi un ruolo di primo piano forte legame dell'azienda con il terri- le quello che attende i bambini delle sia in Italia che sui mercati internazio- torio e il suo contributo sia in termini scuole primarie che partecipano al occupazionali, di sviluppo economico progetto (hanno aderito già undici A raccontare la parabola dell'azien- e crescita della cultura d'impresa, sia plessi scolastici di città e provincia per da bolognese e la sua mission è stato in termini sociali. Un ringraziamen- un totale di oltre quattrocento alun- Maurizio Marchesini, attualmente alla to è stato rivolto anche al Maestro del ni), "Lia ed Augusto nel Gran Regno guida della società. A lui, entrato in Lavoro Giuseppe Monti.
del Gusto", pensato e promosso dal azienda appena ventiduenne al fianco Al termine della visita aziendale la Consolato Proiciale di Parma dei Mae- del padre, si deve la trasformazione di delegazione è stata ricevuta nella sala stri del Lavoro con il patrocinio della quella che era nata come un' attività del Consiglio comunale di Pianoro Regione Emilia Romagna, della Pro- artigianale in un Gruppo che oggi è dal Sindaco Gabriele Minghetti, che vincia di Parma dei Comuni di Parma, tra i protagonisti a livello internazio- ha pubblicamente espresso apprezza- Borgo Val di Taro, Collecchio, Felino, nale nel settore del packaging, grazie a mento per l'impegno dei Maestri del Fontevivo, Langhirano, Lesignano, partnership, acquisizioni ed ad un'at- Lavoro nelle attività di orientamento Polesine, Sala Bagnaza, San Secondo, tenta internazionalizzazione della rete scolastico e al lavoro, ringraziandoli in Sissa, Traversetolo, Zibello Spesso. di distribuzione. Nell'ottobre scorso particolare per la consolidata collabo- Nel corso dei lavori è stato sottolineato è stato inaugurato, sempre a Pianoro, razione che pure nell'ultimo anno si è che spesso i bambini non conoscono i un nuovo stabilimento per ospitare le tradotta in una serie di incontri con nostri prodotti tipici, non tutti alme- linee di confezionamento ed in futuro gli studenti delle scuole medie loca- no, non ne conoscono la storia, la pro- immettere anche nuove assunzioni.
li. Soddisfazione per le attività svolte duzione, i valori nutrizionali. Marchesini Group è attualmente pre- dai Maestri è stata espressa anche dal E' nata da questa considerazione l'i- sente in oltre 100 Paesi, con ricavi Dirigente scolastico del locale Istituto niziativa dei Maestri di affidare ad consolidati che nel 2012 hanno rag- Comprensivo. Il Sindaco Minghet- un progetto educativo il compito di giunto i 204 milioni di euro.
ti ha accolto la richiesta del Console far conoscere, anche divertendosi, le Di pari passo con la crescita dell'azien- provinciale Castelvetri di intitolare, eccellenze di Parma. E' nata così l'idea da si è sviluppata la carriera imprendi- non appena si creeranno le condizioni, del "Regno del Gusto" suddiviso in toriale del dott. Maurizio Marchesini, una via, o una piazza, o un giardino, 10 contrade, una per prodotto tipico: caratterizzata da un significativo impe- o una rotonda ai Maestri del Lavoro.
la contrada del prosciutto, del parmi- gno nella rappresentanza associativa: La giornata si è conclusa con un pran- giano, del pomodoro, della pasta, del Presidente del Settore metalmeccani- zo al quale hanno partecipato il dott. culatello, del salame, del fungo, dellla co in Unindustria Bologna nel bien- Giuseppe De Biasi, Assessore alla For- coppa, della spalla cotta e cruda, del nio 2007-2009, quindi Presidente di mazione e Lavoro della Provincia di prosciutto cotto.
24 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
Lia e Augusto i personggi del raccon- di farsi valere in tutto il to, condurranno i bambini alla sco- mondo.
perta delle diverse contrade, insieme Il Progetto che ha visto ai Maestri del Lavoro e agli insegnanti l'impegno di tutto il che spiegheranno, appunto la storia Consolato, ha trovato la dei prodotti tipici e la loro importanza condivisione e la part- per il territorio.
nership della Camera di Il Consolato durante il periodo estivo Commercio, della Baril- ha preparato un Team di Maestri che la, della Rodolfi Mansu- ha affinato le tecniche di comunica- to e di Cariparma.
zione per il "il pubblico bimbi" ed ***
ha sperimentato una serie di "giochi RAVENNA
Nella foto il Console Regionale Romano Donati
Consegna la pergamena del Presidente Nazionale Mdl
fantastici" per animare le diverse classi Il Consolato di Ravenna
Brugni al Console Provinciale Cristofero Torregrossa
durante gli interventi di esposizione dei Maestri del Lavoro
del Progetto.
ha compiuto 50 anni.
Pellegrini, Segretario Asso Lagu-
A questo punto i bambini potrannno Un mezzo secolo di fertile lavoro, nari e web service implementation,
segliere se seguire le avventure fantasti- che ha visto l'avvicendarsi di Consoli ed Alessandro Golfi (il primo ed il
ce e creative della fata Lia e inventare impegnati a rappresentare con dedi- terzo anche apprtenenti al G.R.A. -
una favola ambientata nelle contrade zione e capacità gli oltre 100 MdL del- Gruppo radioamatori Alpini) hanno
del Regno del Gusto, oppure il prag- la Provincia iscritti.
partecipato in collaborazione con
matismo e la concretezza di re Augusto Sopratutto negli ultimi anni si è incre- Alessandro Federici, Capogrup-
ed elaborare una ricetta, da preparare mentata l'attività del Direttivo che ha po A.N.A. di Roma alle cerimonie
con i prodotti tipici, chiedendo maga- concentrato il proprio lavoro e atten- predisposte dalla Fondazione Don
ri l'aiuto di mamme e nonne.
zione sul mondo della scuola. Ogni Gnocchi Onlus di Roma - Coordina-
In primavera gli elaborati verranno anno vengono contattati circa 1000 tore il dr. Salvatore Provenza - per la
raccolti e valutati; gli alunni della ragazzi dei più importanti Istituti traslazione dell'urna del Beato Don
classe che avrà prodotto il lavoro più provinciali con lo scopo di facilitare Gnocchi.
originale saranno nominati "cittadi- l'orientamento e far comprendere i Accolta con una cerimonia solenne in ni del Regno del Gusto" riceveranno requisiti culturali e pratici per un pro- Roma, presso il Centro "S. Maria della il "passaporto del Regno del Gusto" e ficuo ingresso nel mondo del lavoro Provvidenza" l'urna del Beato. Un fol- potranno concludere la loro avventura sempre in evoluzione.
to numero di "penne" dell'Associazio- con un viaggio a bordo dello "Stradi- Se a ciò si aggiungono iniziative cul- ne Alpini della Sezione di Roma, rico- vari" il battello ristorante che naviga turali e un'intensa attività turistica noscenti, hanno fatto corona intorno lungo il Grande fiume Po, per cono- volta anche, tramite gemellaggi con alla teca, in quanto il Beato fu loro scre meglio la storia e la vita di questo consolati di altre città italiane, a farlo Cappellano Militare volontario nella nostro grande fiume. A bordo verrà conoscere ed apprezzare, si può ribadi- Divisione Tridentina durante la cam- preparata una merenda con i prodotti re con orgoglio che il consolato ha 50 pagna di Russia, e nel gennaio 1943 delle contrade, e il bimbo e la bimba anni ben portati e onorati.
si salvò miracolosamente dalla ritirata che meglio si saranno distinti nel lavo- L'invito a soci vecchi e nuovi è di del contingente italiano. La celebra- ro degli elaborati saranno, per l'anno intensificare la partecipazione e maga- zione solenne è stata onorata dalla visi- scolastico in corso, l'uno incoronato re ri una volontaria attività di supporto, Augusto, l'altra eletta fata Lia riceven- incrementando così la visibilità, all'in- do la bacchetta magica. Un progetto terno della società civile, dei MdL di insomma che permetterà ai bambini Ravenna.
di essere i primi ambasciatori della cultura dell'eccellenza agroalimentare parmigiana, di imparare l'importan- za del lavoro, la qualità del prodotto I Maestri del
e l'impegno degli operatori che oggi Lavoro Giulio
consentono ai nostri prodotti tipici Paris, Paolo
IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
rie di primo grado portando un fattivo ti è molto gratificante" dice Robotti, "il contributo ai programmi scolastici.
Maestro del Lavoro che si dedica alla Gli argomenti trattati spaziano dalla didattica scolastica deve proporsi come mitologia al teatro greco. Mitologia: interprete autorevole in grado di ideare, "Il mito di Orfeo", musica di Christoph promuovere e programmare con compe- Willibald Gluck e "Medea" di Euripi- tenza i temi concordati con i docenti." de, musiche tratte dall'opera di Luigi Walter Robotti, nell'anno scolastico 2012-2013, ha contattato 338 studen- Teatro greco: Sofocle "Edipo Re".
ti in 14 classi di quattro scuole secon- Teatro moderno. L'emancipazione darie di primo grado di Genova. Gli della donna nel mondo nascente del- argomenti concordati con i docenti di la borghesia: Henrik Ibsen, "Casa di lettere e con durata di due ore hanno bambola"; Oscar Wilde, "Un marito riscosso unanimi apprezzamenti sia ta in forma privata del Presidente della ideale"; George Bernard Shaw, "Pig- dagli studenti che dai professori.
Repubblica Giorgio Napolitano. La malione".
Rivolgiamo al Commendatore e Con- sezione A.R.I. di Frascati ha concesso Letteratura: Luigi Pirandello, "Il fu sole Regionale Emerito Robotti il l'uso del proprio nominativo IQØFR Mattia Pascal" e le "Novelle"; confron- nostro plauso e un affettuoso augurio per la cerimonia religiosa per l'attiva- ti tra il pensiero di Giovanni Verga e di buon proseguimento. zione via radio ed il G.R.A. di Cuneo di Giacomo Leopardi: "Storia di una MdL Silvio Porta ha contrassegnato l'attivazione nel capinera" e "Il passero solitario". weekend come Evento Speciale con la Argomenti diversi: Genova e le Cro- LA SPEZIA
sigla "G.R.A. 080".
ciate; la Croce del Sud, l'emigrazione L'incunabolo del 1483 di Lorenzo
Nel corso del pomeriggio numero- italiana nell'America Latina; la Verde Valla, uno dei libri simbolo della
si sono stati i momenti di profonda Irlanda (fate, folletti, gnomi), la musi- biblioteca Niccolò V di SARZANA
commozione nell'ascoltare le testimo- ca celtica; Kallistè: un volo in mongol- (La Spezia) è uscito dal suo comato-
nianze, gli insegnamenti, gli aneddoti fiera sulla Grecia.
so stato di salute, grazie ad un serio
e soprattutto l'amore che il Beato ha Poesia: Giovanni Pascoli, "l'Aquilone": e delicato restauro di recupero con-
saputo donare ai bisognosi con opere il nostro passato (anni 1940-43), la servativo.
di carità in favore dei fanciulli mutilati vita contadina, le musiche, momenti Nella sala convegni del Seminario di dalle atrocità della 2° guerra mondiale. di guerra.
Sarzana è stato presentato, al numero- Opera proseguita dopo la Sua prema- Musica: George Gershwin – Porgy and so pubblico e a tre classi di studenti del tura scomparsa e polo di riferimento Bess. quarto anno del liceo cittadino, il pre- riabilitativo di eccellenza nelle cure. La Geografia raccontata: "William in zioso volume del grande patrimonio Canada", "la Louisiana e le sue musi- librario che la biblioteca custodisce. I lavori di restauro sull'opera danneg- Il Maestro Robotti, oltre al variegato giata hanno richiesto un grado eleva- bagaglio didattico, è autore di pubbli- to di specializzazione e la conoscenza tati bene!
cazioni di narrativa, tutte corredate da approfondita delle tecniche artistiche Walter Robotti, classe 1923, sulla illustrazioni: Coriandoli (…di vita); antiche. La competenza e la professio- soglia dei 90 anni, Stella al Merito del Bricioli (racconti del nonno); Bioccoli nalità dei restauratori, con successo e Lavoro 1985, ha dedicato alla Feder- (soffici ricordi). apprezzati risultati, hanno riportato maestri la sua professionalità lavorati- Recentemente, di Robotti, è stato agli antichi splendori il volume sar- va e culturale. Quale Consigliere Pro- pubblicato il romanzo "Diana Miller" zanese che ha mantenuto la rilegatu- vinciale (1986) la sua prima attività è (viaggi tra sogno, realtà e musica). ra originale in legno e in cuoio, dopo stata focalizzata al Notiziario Feder- Oggi, novantenne, continua ad incan- otto mesi di accurato, minuzioso lavo- maestri della Liguria; divenuto prima tare con il suo valido contributo cultu- ro filologico e conservativo. Console Provinciale a Genova e suc- rale: tante sono le testimonianze scritte Soddisfazione è stata espressa da Mon- cessivamente Console Regionale della da studenti e professori nell'arco degli signor Luigi Ernesto Palletti Vescovo Liguria e Consigliere Nazionale, ha anni di militanza nelle scuole. "Questa di La Spezia, da Mons. Paolo Cabano iniziato a contattare le scuole seconda- iniziativa a favore dei giovani studen- direttore della biblioteca Niccolò V, 26 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
e dal console dei Meastri del Lavoro dato l'idea di come probabilmente prodotte da 1100-1200 officine (in Italia ca. della Spezia Edoardo Ceratto. Alla appariva il libro appena uscito dalla 500 con 6.500 opere), parecchie sono rap- Federazione Maestri del Lavoro è sta- legatoria. Il contenuto del volume è presentate da una o due copie in tutto; altre to indirizzato il ringraziamento per il stato spiegato magistralmente dal pro- da decine o centinaia di esemplari.
contributo concesso che ha reso possi- fessor Lorenzo Vincenzi, docente del Si fanno ascendere a ca. 450.000 gli incu- bile avviare il recupero del libro.
Liceo Parentucelli di Sarzana, sotto nabuli esistenti nel mondo: di cui almeno Il Console Provinciale, nel suo inter- l'aspetto filosofico e filologico.
100.000 sono in Italia sparsi per lo più vento, ha ringraziato il Lions Club ******** nelle grandi biblioteche, come la Vaticana Lerici "Golfo dei Poeti", per il contri- Autore dell'opera: Thucydides (Tucidide).
(8.000) e la Nazionale di Napoli (ca. 4.550), buto elargito dal suo Presidente, Mae- Titolo dell'opera: Laurentii Vallensis ad San- all'estero sono da segnalare la Bayerische stro del Lavoro. Le restauratrici Stel- ctissimun Nicolaum Quintum pontificem Staatbibliothek di Monaco con ca. 16.000 la Sanguinetti, operante in Sarzana e maximun Thucididis historici translationem incunabuli e il British Museum di Londra Laura Chignoli di Brescia, con l'ausilio (De Bello Peloponnesiaco in latino – tradot- con ca. 11.000. La disciplina che studia di proiezione di immagini, hanno trat- to da Lorenzo Valla dal greco).
scientificamente gli incunabuli si chiama tato le varie fasi del lavoro sul volume Luogo di stampa: Treviso? incunabulistica e risale storicamente al sec. e quelle legate alla sua conservazione. Stampatore: Giovanni Rosso? - Anno 1483. XVII, quando i bibliografi cominciarono a Dette operazioni sono state precedu- Si tratta di un libro stampato nel XV seco- rivolgere particolare attenzione alle edizioni te dall'analisi specifica di ogni singolo lo, con la tecnologia dei caratteri mobili, del ‘400 esistenti nelle grandi biblioteche, manufatto in modo da calibrare atten- quando l'arte della stampa era appena nata, enumerandole in elenchi a parte.
tamente l'operazione più idonea in e custodito presso la biblioteca Niccolò V a I caratteri mobili erano stati inventati in relazione alle problematiche di ciascun Sarzana. Il libro, mancante di frontespizio, è Europa nel 1438 da Johannes Gansfleisch pezzo. Accurata è stata la pulizia delle dono della parrocchia di Vezzano Superiore von Gutenberg, di Magonza (Germania). pagine che compongono il volume per per mezzo del parroco don Andrea Ricci – L'incunabolo più antico è la Bibbia, in lati- liberarle da infezioni dovute a funghi ex libris don Gio.Antonio Orlandi arciprete no, stampata dello stesso Gutenberg tra il o batteri, macchie, camminamenti di di Vezzano anno 1732, 10 aprile.
1452 e il 1455.
tarli, mediante la quale si eliminano La traduzione di Tucidide fu commissionata Interessante è sapere che una delle prime deiezioni di qualsiasi origine. Come a Lorenzo Valla dal papa sarzanese Nicco- stamperie del mondo nacque a Fivizzano per le grandi lacune, anche per la rein- lo V (Tommaso Parentucelli); egli iniziò il (MS), cittadina che dista poco più di 30 Km tegrazione dei fori dovuti a precedenti lavoro nella seconda metà del 1448, e l'a- dalla Spezia, realizzata nel 1471 da Jacopo infestazioni di tarlo, è stata impiegata vrebbe finito solo dopo quattro anni, nel da Fivizzano.
la carta giapponese. La motivazione 1452.
Il tipografo pioniere Jacopo da Fivizzano, di tale scelta, che distingue gli inter- Con il termine di INCUNABULO o Incu- nativo del luogo, dopo aver appreso l'arte venti moderni, risiede sia nelle carat- nabolo (dal lat. cuna, cunabulum, culla della stampa a Venezia, probabilmente dal teristiche della carta giapponese (fibre e anche incunabula, fasce di bambini) si prete Clemente da Padova, stampa, con i lunghe facilmente ancorabili all'origi- indica la produzione tipografica a carattere primi caratteri tipografici italiani, opere di nale, flessibilità, ecc.) ma anche dalla mobili uscita dalle varie officine editoriali tra Giovenale, Virgilio, Cicerone Sallustio, e constatazione che, spesso, i documenti la metà del XV secolo e l'anno 1500 incluso. Corazzano. Questi libri furono stampati antichi restaurati tendevano a ondu- Generalmente gli incunaboli non presenta- nella piccola ma importante città storica di larsi e a manifestare un'interazione con no un frontespizio, ma solo un'indicazione Fivizzano, nove anni prima che si stampas- la parte restaurata che spesso generava spesso approssimativa, che riporta il nome sero libri a Londra, sette anni prima che a trazioni e stress dei supporti originali. dell'autore dell'opera e un titolo nell'incipit. Ginevra, a Oxford e a Barcellona, cinque La legatura rigida originale, composta Il primo frontespizio compare in Italia nel anni prima che a Bruxelles, ecc.
d'assi di legno rivestiti di cuoio, era 1476. Gli incunaboli sono quindi i primi così danneggiata che si è preferito con- libri moderni i cui testi sono costituiti da servarla a parte, e ricostruire una per- fogli sciolti, poiché la nuova tecnologia per- fettamente identica, nella stessa essen- metteva di realizzare anche bandi, proclami, za (legno di faggio) e tipo di taglio.
lettere d'indulgenza, modulistica, etc.; sono Quest'ultima operazione è stata affi- considerati testimonianze molto preziose e data a Roberto Marioni, costruttore conservati in musei e biblioteche speciali- no ci sia-
di clavicembali di Pietrasanta, che ha stiche. Delle circa 35.000 edizioni esistenti, mo incontrati
IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
l'8 dicembre per il consueto convi-
nei rapporti con la società che ci cir- annuale dei Maestri del Lavoro della
vio di Natale, tenutosi presso l'hotel conda.
provincia di CUNEO.
Liberty di Riva del Garda.
Successivamente sono state consegnate I Maestri del Lavoro, è stato sostenuto Prima del pranzo il nostro console, le targhe ricordo ai Maestri del Lavoro nel corso dei lavori, sono coloro che Gianfranco Ghisi, ha ringraziato lo che hanno raggiunto il traguardo dei per buona parte della loro vita si sono staff della struttura, ovvero il vice con- 25 e 35 anni di appartenenza al Con- impegnati con scrupolo e dedizione ed sole Bruna Gretter, il tesoriere Giu- solato. Di seguito i nominativi dei pre- hanno acquisito, ognuno nel proprio seppe Bertoldi e la segretaria Carmen miati: con 25 anni: Battiston Pietro, ambito e a diversi livelli di responsa-
Tamanini per la grande dedizione che Conci Bruno, Fumai Maria, Galvagni bilità, una esperienza tale da meritare hanno mostrato verso la nostra asso- Attilio, Grazioli Franco, Pederzini un riconoscimento ufficiale da parte ciazione. Un ringraziamento partico- Gianfranco, Reigl Daria; con 35 anni: dello Stato, che si è concretizzato con
lare è andato al maestro Adriano Di Cavaliere Luigi, Ghiogna Mario, l'attribuzione, da parte del Presidente Paolo, per il suo impegno a favore del Nicolini Bruno.
della Repubblica Italiana della "Stella Consolato, grazie al lavoro di gestio- Al pranzo era presente il fisarmonici- al Merito del lavoro" che ogni Maestro ne delle news e delle foto sul sito di sta Karl che ci ha allietato con le sue porta orgogliosamente con sé.
Federmanager Trento, nonché come musiche tirolesi e folk.
I Maestri del Lavoro sono lieti ed ono- promotore dei rapporti con la Fonda- Come ogni anno, gradito da tutti, si rati di trasmettere la loro esperienza zione Mach di S. Michele all'Adige in è giocato alla tombola con in palio i acquisita nel mondo del lavoro alle gio- merito al progetto Scuola-Lavoro.
premi ricevuti in dono da aziende, vani generazioni che, pur con tutte le La parola è poi passata alle autorità associazioni e soggetti privati.
problematiche contingenti, stanno per presenti in sala: il Presidente del Con- La giornata è trascorsa gioiosa e parte- affrontare una attività lavorativa. E lo siglio provinciale di Trento Bruno cipata, per concludersi con lo scambio farebbero solo con lo spirito del volon- Dorigatti, il vice sindaco di Riva del degli auguri di Natale e di un buon tariato se, scuole, Enti vari, Istituzioni, Garda Alberto Bertolini, l'assessore 2014. volessero mettere a profitto esperienze alle politiche ambientali scuola e ser- pluridecennali che, veramente, non vizi del Comune di Riva, Renza Bolle- meritano di essere dimenticate.
tin, e il delegato vescovile Pastorale del I partecipanti all'incontro hanno pre- Lavoro, don Rodolfo Pizzoli.
so atto che già si sono svolti incontri Gli interventi e gli indirizzi di saluto Con la par-
presso alcuni Istituti, con diverse clas- sono stati molto apprezzati da tut- tecipazione si interessando un totale di oltre 700
ti i presenti in sala, consapevoli delle del console allievi, ma soprattutto, ha suscitato
attuali difficoltà economiche in cui interesse apprendere la disponibilità di versa l'Italia, della mancanza di etica ardo Benedicenti, si una ventina di altri Maestri per allar-
nella scuola e nel mondo del lavoro, è svolta presso l'Hotel Gran Baita gare l'orizzonte degli interventi anche
della carenza dei valori fondamentali di Savignano la seconda Assemblea in altre città della Provincia.
28 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
Gli intervenuti si sono poi soffermati ad analizzare le risposte ad un que- stionario inviato a tutti per cercare di capire i motivi che possono talora essere causa di una scarsa partecipazio- ne alle attività promosse dal Consola- to provinciale. Tra le altre cause, l'età non più giovanile, causa di acciacchi, è apparsa la più importante e a volte la distanza che fa diventare la nostra Provincia veramente "Grande".
Altra causa emersa è la scarsa coesione tra gli iscritti, tutti motivi per i quali, il console provinciale, signora Giorgi- na Del Tufo, si è impegnata, insieme al Direttivo, a cercare una soluzione che soprattutto alle nuove generazioni che possa incentivare lo spirito associativo vogliono crearsi una vita nei luoghi in e stimolare l'orgoglio di appartenere cui sono nate e vissute». ad una categoria benemerita per il Delle "Stelle al merito" assegnate in Paese con dei valori che meritano di questo 2013 nove appartengono al essere preservati, con riconoscenza.
nostro Consolato di V.C.O. e Novara Il Console ha infine presentato il pro- queste erano presenti alla cerimonia e gramma delle iniziative per il prossimo hanno ricevuto gli attestati del Presi- anno e un'agape comunitaria nell'an- dente della Repubblica e le medaglie nesso ristorante ha concluso i lavori.
coniate per l'occasione: Stefano Albi- MdL Gianni Formagnana ni di Premia, Rita Barbiere di Trecate, Teresa Bianco di Domodossola, Paolo Gioira di Casale Corte Cerro, Patrizio Come ogni anno il Consolato Pro-
Perotti di Marano Ticino e Italo Vidali vinciale di NOVARA e VERBANO-
di Gravellona Toce. CUSIO-OSSOLA ha celebrato la lavorativo, con costante e quotidiano Assenti Antonella Capra, Maria Anto-
"GIORNATA DEL MAESTRO impegno, oltre ad entusiasmo, interesse e nella Cimini e Pier Giuseppe Marcio-
DEL LAVORO", che per tradizione scrupoloso approccio. Devono essere un'i- ne.
gode del patrocinio della Provincia spirazione per i più giovani».
Come consuetudine una medaglia di Novara cui da questa occasione si Tanti gli interventi delle autorità, che d'argento, offerta dal nostro Conso-
è affiancata la Provincia del Verbano hanno parlato di «vivo compiacimento lato, è stata consegnata alla M.d.L.
Cusio Ossola.
e ammirazione del valore dato a quella Giuseppina Redi e ai M.d.L. Sereno La cerimonia di quest'anno si è svolta parte della società italiana che lavo- Denarier e Carlo Goffredi per i venti presso la Prefettura di Verbania, nella ra con passione, dando un contributo anni di iscrizione al Consolato.
splendida cornice di Villa Taranto (*) etico, sociale ed economico nell'ottica (*)I giardini di Villa Taranto, situati tra alla presenza dei Prefetti, dei Presiden- del sacrificio, dell'inventiva e dell'en- Intra e Pallanza, sono conosciuti in tutto ti delle due Province, delle Canere di tusiasmo».
il mondo per la loro bellezza e per la ric- Commercio, Industria e Agricoltura, «Il lavoro - ha sostenuto Valerio Catta- chezza delle specie floreali che ospitano. Autorità Militari, sindaci dei Comuni neo, presidente del Consiglio regiona- Risultato della laboriosa elaborazione di Novara e del VCO in cui risiedono le del Piemonte - non deve solo essere un realizzata dal Capitano Mc Eacharn nel gli insigniti 2013.
dovere e un diritto, ma una parte impor- 1931, questi giardini dalle mille sfuma- «Sono contento di celebrare oggi quest'in- tante della vita di donne e uomini ». ture cromatiche e dai mille inebrianti contro importante - ha esordito il pre- «Sul tema del lavoro - ha poi detto Mas- profumi regalano da marzo a novembre fetto Francesco Russ - per coloro che simo Nobili, presidente del V.C.O. - ci meravigliose scenografie floreali ai visi- hanno operato con merito nel campo dobbiamo impegnare tutti perché serve tatori. IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
Come appro-
mente dal Consi-
glio del Consolato
Regionale della TOSCANA, il con-
tributo raccolto dalla Federazio-
ne per gli interventi a favore delle
popolazioni colpite dall'alluvione
del 2011 è stato assegnato alla Scuo-
la Elementare di AULLA (Massa
Carrara) che fa parte della Direzione
Didattica Statale di Aulla.
Il contributo, consistente in un
La consegna del contributo
videoproiettore ed una somma in molto festoso dagli alunni che hanno anche recitato una poesia scritta da loro per l'occasione ed intonato alcune Le insegnanti e la Preside hanno espresso un sentito ringraziamento per questa donazione che la Federazione ha loro assegnato dimostrando anco- ra una volta una grande sensibilità nei confronti del mondo della scuola.
Oltre al contributo il Console provin- ciale di Massa Carrara ed il Console regionale della Toscana hanno fatto Le Scuole Elementari e Medie di Aulla ubicate in container
omaggio al Commissario Prefettizio denaro, è stato consegnato a marzo 2014 dal console regionale Alberto UNA LETTERA ANONIMA: CESTINATA!
Taiti, alla presenza del Commissario Prefettizio del Comune di Aulla Fran- Ci è giunta in Redazione una lettera nella quale venivano ca Rosa, alla Preside Paola Bruna Spe- espressi giudizi sulla nomina a Senatore a vita di Renzo Pia- no, di cui abbiamo parlato nel numero scorso.
La consegna è avvenuta in un'aula del- La nota poteva anche essere pubblicata e commentata, la scuola elementare situata ancora nei ma era ANONIMA e l'abbiamo subito CESTINATA! container allestiti dopo la disastrosa La lettera proveniva forse dal Piemonte e il mittente potreb- be essere un Maestro del Lavoro dal momento che ha alle- Erano presenti il console provinciale gato una fotocopia del pezzo uscito sul Magistero.
di Massa Carrara Mario Oppo, il vice Se fosse così questo signore dovrebbe vergognarsi di scrive- console Erberto Galeotti, il console re alle spalle e non avere il coraggio di esprimere aperta- della provincia di Firenze Bruno Bar- mente le proprie idee.
bugli e numerosi Maestri del Lavoro Una cosa indegna per chi ha ricevuto la "Stella al Merito del della provincia di Massa Carrara.
I Maestri sono stati accolti in modo 30 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
ed alla Preside di ricordi con il logo dei Maestri del Lavoro che verranno esposti nella nuova futura scuola.
TREVISO
Con l'ottone

ricavato dai bos-
soli delle munizioni
della prima guerra
mondiale, rinvenuti sulle rive del
fiume Piave, è stato realizzato il
Tabernacolo della Chiesa Parroc-
chiale di LOVADINA di Spresiano.
L'opera d'arte è del Maestro del Lavo-
ro Luigi Scabello il quale è riuscito a creare una testimonianza eccezionale di quelle giornate di battaglia, perché fosse di monito per le nuove genera- zioni e ricordo perenne del sacrificio di tanti uomini, un momento straor- dinario della storia italiana contraddi- stanta, prima, dalla disfatta di Capo- retto, e poi, con la vittoria di Vittorio Veneto, contro gli Austro Ungarici e 5 giugno 1918, con la cosidetta Bat- tanti altre eserciti del mondo.
taglia del Solstizio, varcando il fiume L'opera è ben visibile nella chiesa di Piave e giungendo fino a Montello.
Lovadina, che fu terreno di guerra La controffensiva italiana, però, gui- di quell'epoca. Nella prima guerra data dal generale Diaz, nuovo capo di mondiale, infatti, durante la ritirata Stato Mggiore li costrinse a ripiegare; e la disfatta di Caporetto, cittadina gli austriaci persero 150.000 uomi- della Slovenia sulle rive dell'alto cor- ni, gli italiani 80.000. In ottobre, le so dell'Isonzo, il generale Cadorna, truppe italiane varcarono finalmente capo di Stato Maggiore delle truppe il fiume Piave conqustando una vitto- italiane, stabilitì di attestare le nostre ria clamorosa che è ricordata come la truppe lungo il Piave dove fu forma- "Leggenda del Piave" e conquistarono ta una linea difensiva che giungeva la vittoria definitiva.
fino al monte Grappa e all'Altopiano Ora queste vicende possono legger- dell'Asiago. Respinti con gravi perdi- si, in trasparenza, nel tabernacolo di te, gli Austriaci cessarono gli attacchi Lovadina opera, come si è detto del in dicembre, ma ripresero l'offensiva il collega Luigi Scabello.
IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
MERLETTAIA AL TOMBOLO
il citato convento benedettino risale al 1503. Ancora oggi sono in molti a identificare Isernia come la città dei merletti, poiché essi sono molto rinomati anche per la fine fattura realizzata con un filo di colore avo-rio o bianco. La regina Giovanna III d'Aragona, dopo aver ri-cevuto Isernia come appannaggio matrimoniale, li apprezzò ed amò a tal punto da voler apprendere personalmente la tecnica delle isernine e diffondere l'arte del tombolo fra le donne benestanti di altre città. L'attrezzatura per lavorare questi merletti non è particolarmente costosa: occorrono cuscino, fusel-li, spilli, cotone e disegno, che ad Isernia si chiama cartone. Il pregio del tombolo molisano è nel disegno, par-ticolarmente elaborato per l'intreccio delle ‘corsie' e per l'abilità della donna che lo lavora. Il fascino della lavorazione è determinato dal mo-vimento delle mani che con costanza, destrezza, sa-pienza e pazienza, fa danzare i tummarielle (fuselli). Asciugamani, lenzuola, copriletti, centritavola, tova-glie sono tramandati ancora oggi da madre a figlia e formano una parte importante e preziosa del corre-do che le ragazze di molte località italiane, portano come dote in occasione del matrimonio. Il tombolo era una tipica attività femminile delle ragazze da marito, che ornavano così con stupendi merletti il loro corredo e a ogni spillo che mette-vano, dal loro petto usciva … un sospiro d'amore mentre le loro mani esperte facevano danzare i fusel-li sul cuscino cilindrico, creando dei veri capolavori. È difficile stabilire con esattezza il termine per indi- Le donne che si dedicavano a questo lavoro non era- care questo mestiere, che molti chiamavano e ancora no poche; il guadagno era modestissimo e serviva oggi identificano con merlettaia al tombolo. La defi- solo ad arrotondare le già scarse entrate del marito, nizione rinvia al grosso cuscino di forma cilindrica occupato in lavori saltuari. che viene appoggiato ad uno sgabello sul quale le La tradizione è però sopravvissuta alle infinite vicis-donne svolgono tuttora un attento e paziente lavoro. situdini di Isernia e della popolazione isernina. Questa lavorazione consiste nell'intrecciare il cotone Oggi, chi si avventura nelle stradine di Isernia vec-secondo un disegno di base. chia, Carpinone, Miranda e negli altri piccoli pae- Nel Molise, Isernia eccelle per questa lavorazione e sini dell'Alto Molise, ha il piacere di vedere gruppi si può far risalire al 1442, con il passaggio della città di donne che con lo sguardo sul pallone e le mani sotto il dominio aragonese, la data in cui educande veloci fanno andare i fuselli, mentre guardano chi isernine, grazie agli insegnamenti di alcune suore sta passando, abbozzando un sorriso di benvenuto spagnole del convento benedettino di S. Maria delle e di compiacimento, per l'interesse mostrato dal vi-Monache, iniziarono ad apprendere l'arte. Il primo documento che attesta la lavorazione presso Grande soddisfazione ho provato a Ferrazzano, 32 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
un bel borgo che dista solo quattro chilometri da Campobasso, dove mi sono recata per conoscere un gruppo di donne che frequentano, con cadenza gior-naliera, un corso per apprendere l'arte del tombolo: da sette anni si tengono i corsi in quel paesino. I corsi sono gratuiti e le partecipanti (finora si sono avvicendate più di sessanta corsiste), li seguono con molto interesse: onore e merito alla pioniera Gio-vanna Atri e alle docenti Lucietta Pisani e Maria Pina Angelacola che gratuitamente mettono al servi-zio della collettività il loro tempo. Il Comune ha messo a disposizione, in comodato gratuito, dei bei locali, panoramici, luminosi e, il che non guasta, ben riscaldati. La remigina è Maria Lucia, che frequenta solo da poco il Centro ed è pendolare: vuole imparare per fanno a gara per insegnarmi. Finora dieci ragazze se stessa, perché le piace il tombolo e per colmare il come me hanno già imparato". vuoto lasciato dall'assenza di due figlie, universitarie E mentre parla, guarda un po' me e un po' i fusel-a Pescara. li che le manine veloci fanno andare, controlla che La più piccola del gruppo è giovanissima, si chiama l'anatroccolo che sta realizzando sia conforme al di-Anita ed ha solo dieci anni. segno che sta eseguendo e nel controllare, reclina un Qualche anno fa, interpellata dalla mamma se vo- po' la testa sulla spalla destra poi sposta gli spilli, mi lesse partecipare a un corso per imparare l'arte del guarda e continua, perché ci tiene a dirmi proprio tombolo aveva risposto: tutto: "L'emozione della prima volta è stata grande, - No, mamma, grazie! Il tombolo lo fanno solo le specialmente quando ho finito il primo lavoro per-vecchie! ché ho pensato: ce l'ho fatta, me lo sono tolto di Con una sua amica ha avuto poi uno spontaneo ri- pensamento; le due ragazze si sono iscritte al corso e Tutte le donne presenti si sono commosse e mi han-ora stanno frequentando il secondo anno. Anita mi ha detto: "La differenza tra il far ballare i Sono andata dalle mie nonne che mi hanno dato fuselli e stare davanti alla televisione è che qui non dei soldi come mancia; mi hanno anche spronato a mi sento mai sola: sto con amiche di tutte le età, che fare una mostra dei lavori che avrei successivamente portato a termine. Chissà se ci riesco; speriamo bene! Quando ho portato a scuola il mio lavoro la maestra è rimasta stupita e si è complimentata; i miei com-pagni però non hanno creduto che l'avessi fatto io". Anche a Roccavivara le signore che frequentano il centro AUSER e il Centro Sociale Anziani si diletta-no in lavori a tombolo. Per terminare, il lavoro a tombolo è stato pratica-to ed è utilizzato dalle donne dai dieci agli ottanta anni in molte località costituisce una delle principali attività artigianali, dal gusto antico ma nello stesso tempo modernissimo.
MdL Anna di Nardo Ruffo da "Il Molise e le sue mani d'oro". IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
Un maestro pensionato fotografo
superdilettante sostiene che…
In questi giorni ho letto un rullino uno cominciava ad proverbio che dice: "la vita è economizzare sugli scatti e come una foto … se sorridi a farsi il conto di quanto gli viene meglio" Mi è talmen- sarebbe costato lo sviluppo te piaciuto che l'ho subito … In seguito sono passa- adattato alle mie esigenze to alla Nikon e se nomino di aspirante fotografo. "Una quella marca prestigiosa foto è come la vita … se ti non per far pubblicità - in piace condividila con qual- quanto oggi la tecnologia è cuno". Questo è il motivo per cui desidero ora con- talmente elevata da rendere tutte le macchine foto- dividere con tutti i lettori dalla famiglia Magistrale grafiche di qualsiasi marca come dei piccoli mostri qualche mio scatto non perché valgano qualcosa ma elettronici perfetti - ma perché nel mondo della fo-perché testimoniano la mia passione - da felice pen- tografia per lo più o si nasce "canonisti" o si nasce sionato, appunto - per quella che comunemente vie- "nikonisti" un po', come ai suoi tempi, si era tifosi o ne definita come "l'arte di raccontare per immagi- di Bartali o di Coppi. ni". La passione, però, c'era già quando ero al lavoro Poi c'è stato l'avvento del "digitale" che, credetemi, perché nel 1970 comperai la mia prima reflex, una ha proprio rivoluzionato la fotografia non tanto sot-Pentax nuova di zecca, che mi introdusse nei misteri to il profilo tecnico (che anzi almeno all'inizio era della fotografia, cominciando a recepire i primi ru- appena un po' inferiore) ma sicuramente sotto quel- dimenti sull'apertura del diaframma, sulla profondi- lo economico perché così è finito l'incubo di "spre- tà di campo, sui tempi e sui diversi tipi di pellicola. care" le fotografie e quindi i soldi. Forse non si è Già….la pellicola! Che tempi quelli, quando a metà scritto abbastanza sulla estrema lussuria di scattare 34 IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
(anche "a raffica") tutte le volte che vuoi con la riser- gli amati nipotini. Al di là di quei viaggi organizzati va mentale di cancellare poi quelle venute male (le (ahimè pochi ma uno più bello dell'altro, con cen-mogli, soprattutto, sono sensibilissime al problema tinaia di fotografie fatte) la nostra bella Italia non …!). La carne è debole … per cui ho comperato e è proprio seconda a nessun'altro posto al mondo. cambiato in successione diverse macchine digitali, Parlando della stessa però, anche per non far torto arricchendo nel contempo il mio piccolo ma amatis- a nessuna regione, città o contrada, che a livello di simo corredo di obbiettivi e di accessori, man mano foto fatte non potrebbero trovare posto tutte quante che mi veniva voglia di provare a migliorare sia i in questo numero della rivista, scelgo questa volta materiali sia le tecniche che cercavo di apprendere (in via di mera "rappresentatività") Venezia; l'ho da quelli (tantissimi) più bravi di me. La "svolta", sempre trovata infatti fotograficamente "perfetta", infatti, pur rimanendo un superdilettante come mi come una sorta di set all'aperto adatto insieme alle continuo a definire, è venuta per me dal seguire un sue numerose isolette a qualsiasi evento, a qualsiasi gruppo specifico di fotografi professionisti che or- tempo metereologico e a qualsiasi stato d'animo di ganizzano nell'arco dell'anno diversi workshop e/o chi sta … dietro l'obbiettivo. I pochi scatti viaggi fotografici anche all'estero, formula questa qui riprodotti, vogliono essere una testimonianza di azzeccatissima per visitare posti incredibili e trarre uno dei suoi eventi più noti, il carnevale, ma anche diletto - sotto la loro guida - da quello strano, af- il ricordo struggente delle casette colorate di Burano fascinante attrezzo che è una macchina fotografica. e della laboriosità artigianale famosa al mondo dei Quale tipo di fotografia mi piace di più? maestri vetrai di Murano. Solo per chi avesse voglia Difficile rispondere …. tuttavia direi quella di "re- di vedere altre mie foto recenti segnalo il sito (www.
portage" al primo posto perché è quella più istintiva flickr.com/photos/40111297@N06/) dove potrete che ti pone a contatto diretto con le persone; poi, trovarle. Ringrazio per l'attenzione fotografica che a seguire, quella di paesaggio e quella naturalistica, non merito.
ma non disprezzo neppure i ritratti, specie … de- MdL Luigi Amici IL MAGISTERO DEL LAVORO • n. 1 - Marzo 2014
FEDERAZIONE ITALIANA MAESTRI DEL LAVORO
COMPI UN ATTO DI APPARTENENZA ALLA TUA
FEDERAZIONE DIMOSTRACI LA TUA FIDUCIA
AIUTACI AD AIUTARE CON UN SEMPLICE GESTO
D'AMORE CHE PERMETTERA' DI RENDERCI ANCORA PIU'
INCISIVI NELLE NOSTRE OPERE DI VOLONTARIATO
SOCIALENELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI
APPONI IL CODICE FISCALE

Source: http://www.maestrilavoro.it/index/periodico_associazione/download/1398154282.html

Ciberobn

ALERTA INFORMATIVA-OBESIDAD (05-12 de abril de 2013) REVISTA DE PRENSA PRINCIPALES TITULARES Información corporativa Información sectorial INFORMACIÓN CORPORATIVA 09/04/2013 El 78% de los pacientes en tratamiento para adelgazar tiene entre 26 y 55 años

Lee elementary school handbook

2015 – 2016 LEE ELEMENTARY SCHOOL HANDBOOK In compliance with Chapter 71, Section 37H of the General Laws of the Commonwealth of Massachusetts, the Lee School Committee has published its rules and regulations governing student and teacher conduct and makes them available to any person upon request through the principal in every school. Kathryn Retzel, Principal